Benvenuti a bordo! Le più belle canzoni italiane

14 Febbraio 2019

CASARSA. Un viaggio sulle note delle più belle canzoni italiane del recente passato, per capire chi eravamo, dove siamo e dove stiamo andando: la prima assoluta dello spettacolo “Benvenuti a bordo!” è lo straordinario evento della sezione invernale della rassegna “Teatro – Luogo del Pensiero” organizzata dalla Pro Casarsa con il prezioso sostegno della Fondazione Friuli.

“A portare sul palco del teatro comunale Pier Paolo Pasolini – ha dichiarato il presidente della Pro Loco casarsese Antonio Tesolin – questo viaggio in musica sarà la compagnia de “L’Oca Selvaggia”, nata alcuni anni fa a Casarsa e dallo scorso anno parte integrante della Pro Loco. Un gruppo di straordinari interpreti che pur essendo amatori nulla hanno da invidiare a nomi più blasonati in quanto a passione per il teatro”. Composta da circa 40 membri residenti a Casarsa e zone limitrofe (attori, cantanti, musicisti, truccatori e costumisti), la compagnia de “L’Oca Selvaggia” proporrà questo nuovo spettacolo teatral – musicale insieme al coro “Voci d’accordo” diretto dalla maestra Ambra Tubello e con l’accompagnamento musicale della Band Acustica.

Due le repliche in programma, sempre al teatro comunale Pasolini di Casarsa. Sabato 16 febbraio alle 20.45 anteprima speciale dello spettacolo per famiglie, amici e le Pro Loco del Friuli Venezia Giulia, con ingresso su invito. Domenica 17 febbraio alle 17 prima ufficiale aperta a tutti con biglietto d’ingresso a 5 euro.

La rassegna “Teatro – Luogo del Pensiero” è organizzata da Pro Loco Casarsa insieme alla Città di Casarsa – Assessorato alla Cultura, Par San Zuan, Progetto Giovani e con il sostegno della Fondazione Friuli. Contribuiscono al progetto anche Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia, Servizio civile nazionale, Estragone teatro, Fita Uilt, Coop Casarsa e Bcc Pordenonese.

“La nostra rassegna Teatro – Luogo del Pensiero – ha concluso Tesolin – si conferma come uno “scrigno” per le migliori proposte del teatro amatoriale del territorio, grazie a un format che coinvolge attori e pubblico di tutte le età. Il sostegno della Fondazione Friuli ci permette di continuare su questa nostra strada capace di avvicinare più persone possibili alla magia del teatro”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!