Barocco Europeo: Not&Sapori e anteprima di MusicAntica

21 Maggio 2021

Francesca Biliotti

SACILE. Bloccata dal Covid lo scorso autunno, riprende in versione primaverile la rassegna “Not&Sapori – il Barocco nel piatto”, ormai un “classico” della programmazione musicale di Barocco Europeo, che con questo nuovo appuntamento riapre al suo pubblico, accogliendolo con due “gustosi” concerti in speciali location del territorio.

Riccardo Medile

Realizzato con il contributo della Regione, di PromoTurismoFvg e della Fondazione Friuli, il festival riapre i battenti alla musica in presenza il 23 maggio alle 18 con il concerto “Amour, Amour” nella Cantina Pitars di San Martino al Tagliamento, già partner di alcune passate edizioni, con la perfetta accoglienza e la sapienza nel coniugare alla musica i vini della propria produzione. Il mezzosoprano Francesca Biliotti e il chitarrista Riccardo Medile sono i protagonisti di questo evento, che esplora il tema della “canzone d’amore” da Monteverdi a Cole Porter. Dall’incanto delle partiture seicentesche (oltre a Monteverdi, in programma anche pagine di Barbara Strozzi) si passerà alla passione latina di Manuel De Falla e quindi alla musica del Novecento, tra i grandi classici di Cole Porter e Kurt Weil. Un panorama di emozioni che solo la musica sa catturare e restituire nel caleidoscopio delle sue mille sfumature.

Dolci Accenti

Palazzo Salice-Scolari di Polcenigo è la seconda location scelta dal festival per il concerto del 6 giugno, sempre alle 18: “Occhi vaghi e leggiadri” è il titolo dell’evento, ovvero “insalata musicale di ostinati, danze, fantasie et altro, per viola da gamba, arciliuto, chitarra alla spagnola, cembalo e voce”, nell’interpretazione dell’ensemble Dolci Accenti di Sassari composto da Daniele Cernuto, viole da gamba e voce, Calogero Sportato, arciliuto e chitarra alla spagnola, Cipriana Smarandescu, clavicembalo. Un concerto affascinante, frutto di ricerca sulle fonti originali: trattati, musiche, stampe, manoscritti e cronache dell’epoca, soprattutto intorno al repertorio di un periodo forse tra i più ricchi della musica italiana, ovvero quello che va dalla fine del ‘500 al primo Seicento. Anche in questo caso i testi ripercorrono i diversi aspetti dell’amore, attraverso le allegorie tipiche del tempo, e ancora l’abbinamento goloso sarà con i vini selezionati dalla cantina Le Favole di Sacile.

Accademia del ricercare

Tra i due appuntamenti ci sarà spazio anche per l’anteprima del festival MusicAntica 2021, il cui tema sarà nel segno di Dante: “Poca favilla gran fiamma seconda”.
Il concerto in calendario a Pordenone nel Convento di San Francesco il 2 giugno alle 18 porta il titolo “Lo stile Italiano nell’Europa barocca”, con un programma costruito intorno al “periodo romano” di G.F. Haendel, sulla base della prodigiosa serie di cantate che il maestro di Halle compose per il principe Francesco Maria Ruspoli, uno degli aristocratici più in vista della Città Eterna, qui accompagnate da composizioni di altri autori contemporanei. In scena l’Accademia del Ricercare di Torino, specialista a livello mondiale nell’esecuzione della musica tardo-rinascimentale e barocca.

Tutti i concerti sono a ingresso libero, con prenotazione obbligatoria nel rispetto dalle norme di sicurezza anti-Covid, attraverso la piattaforma online Eventbrite.it. Data la capienza limitata, si consiglia di monitorare l’apertura delle prevendite dal sito web e dai social di Barocco Europeo, mentre qualora i posti andassero esauriti, ci si può presentare sul luogo del concerto per registrarsi e accedervi in sostituzione di eventuali disdette.

Condividi questo articolo!