Bande di bersaglieri in città e la Giulietta friulana a teatro

9 Dicembre 2017

PORDENONE. Domenica 10 dicembre in piazza Risorgimento, per Natale a Pordenone, è tempo di Mercatini con il mercato Svuotasoffitte e libro usato, mentre nell’oratorio Beato Odorico alle 8.30 alle 13 prosegue il mercatino natalizio cura di Caritas.

Banda dei bersaglieri (Foto Simonella)

Consueto appuntamento con il concerto delle fanfare bersaglieresche alle 10.30 in piazza Xx Settembre. Partecipano la la Fanfara di Pordenone, diretta dal Capo Fanfara Antonio Miele, organizzatrice dell’evento; la Fanfara di Trieste, diretta dal Capo Fanfara Alessandro Moratti; la Fanfara di Jesolo, diretta dal Capo Fanfara Luca Scarpi. Le due Fanfare di Pordenone e Trieste insieme partiranno da via Molinari 35 (sede della Sezione Bersaglieri) e raggiungeranno la piazza sfilando per piazza Duca d’Aosta, via Cavallotti, piazzale Ellero. La Fanfara di Jesolo partirà da via Molinari 35 e raggiungerà piazza Risorgimento attraverso via Santa Caterina dove eseguirà un breve concerto. A seguire, attraverso viale Cossetti, raggiungerà piazza XX Settembre. Anch’essa eseguirà brani bersagliereschi e natalizi.

In piazzetta Calderari è attivo dalle 15 il Bosco degli Elfi, un luogo speciale abitato dagli aiutanti di Babbo Natale, dove ci saranno giochi, attività e animazioni tutti i sabati e le domeniche, con una stazione per il trenino, una giostra, un grande gioco dell’oca e la casetta di Babbo Natale con la buca delle lettere, dove imbucare le letterine dei desideri. C’è anche un apposito angolo con la slitta dove farsi i selfie. In particolare domenica 10 il programma prevede dalle 15.30 le Micromagie con Magic Jeanstell e laboratorio di collane creative.

La Rassegna regionale di Teatro popolare, tradizionale manifestazione ideata dalla Fita di Pordenone, prosegue domenica alle 16. Nell’Auditorium Concordia, il Gruppo Teatrale Universitario di Udine si esibirà nella commedia in italiano “La Giulietta”, di Gregorio Grasselli (regia di Nadia Pers). La rassegna è sostenuta da Regione, Comune di Pordenone, Fondazione Friuli, Banca di Credito Cooperativo Pordenonese. Dodici gli appuntamenti in programma (fino al 18 marzo 2018) e un biglietto di ingresso con prezzo “politico” rimasto invariato: 5 euro.

Il Gruppo Teatrale Universitario di Udine porta in teatro la storia di Lucina Savorgnan e Luigi Da Porto, i due giovani che, nella Udine divisa tra due fazioni del 1511, si innamorarono durante una festa di carnevale alla vigilia della “Crudel Zobia Grassa”. La storia non finì bene e Luigi Da Porto, gravemente menomato da una ferita di guerra, rievocò l’accaduto scrivendo la novella “Giulietta e Romeo”, e dedicandola a Lucina. Neanche quarant’anni dopo la storia sarebbe sbarcata in Inghilterra, ispirando infine Shakespeare.

Forti di 20 attori e attrici, viene ricostruita tutta la storia dopo un attento studio e confronto di autori odierni e fonti dell’epoca. Viene rappresentata dunque la famosa festa con i momenti descritti dal Da Porto, ma anche la rivolta popolare, i mesi dell’idillio funestati dal terremoto e dalla peste, il ferimento in battaglia; il tutto nei ricordi di Lucina di fronte ai primi fervidi ammiratori della novella: i suoi figli.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!