Avvio di Musica Cortese con un’autorità nel canto liturgico

16 Giugno 2019

UDINE. Un viaggio nella storia attraverso le forme espressive musicali. Un appuntamento imperdibile non fosse altro perché, per la prima volta, il massimo esperto in Italia di canto gregoriano e della tradizione del canto liturgico Giacomo Baroffio presenterà a Udine in maniera comparativa forme e stili che permetteranno di comprendere meglio l’evoluzione di repertori che, per quanto riguarda la nostra regione, possiamo ancora trovare nei documenti Aquileiesi e nella tradizione orale trasmessa nell’ambito del territorio dell’antico Patriarcato.

Giacomo Baroffio

Musica Cortese, il festival internazionale di musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia, propone, a partire dal lunedì 17 giugno alle 18 all’Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine e in collaborazione con l’Unione Società Corali del Fvg, un’intera settimana di appuntamenti dedicati alle tradizioni italiche del canto. Se, sulla carta, può sembrare un seminario per addetti ai lavori, così non sarà, perché le lezioni animate di Baroffio, coadiuvato da Eun Ju Anastasia Kim, non solo racconteranno le origini e le caratteristiche delle varie forme di canto che si sono manifestate nel Medioevo, ma l’esperto sarà anche generoso di esempi cantati e inviterà il pubblico a eseguire parti di canto, perché “solo cantando si può capire appieno il valore e la caratteristica della musica”.

«La grande capacità comunicativa e didattica di Baroffio – spiega Valter Colle, direttore artistico del festival organizzato dall’associazione Dramsam – offrirà, pur nel più grande rigore storico scientifico, un curioso e interessante percorso di ricerca e scoperta di tutte quelle peculiarità che nella nostra storia, anche più remota, distingue le pratiche Aquileiesi da quelle Ambrosiane o Beneventane, così come le influenze di Bisanzio, quelle africane, galliche e l’affermazione del canto romano».

Gli incontri si terranno tutti, ad eccezione del 21 che si svolgerà a Cividale, nell’Oratorio del Cristo alla Nico Pepe di Udine (Largo Ospedale Vecchio) con inizio alle 18. Si comincia lunedì 17 giugno con un incontro dedicato al “canto liturgico, repertori italiani, gregoriano”. Il giorno successivo si parlerà invece di “canto beneventano e canto romano”, mentre il 19 Baroffio focalizzerà il suo intervento su “canto gallico e traccia africana?”. Di “canto ambrosiano, padano e aquileiese” si parlerà invece il 20. Il ciclo si concluderà il 22 con il “canto romano-franco”, dopo una “trasferta” al Museo Archeologico di Cividale del Friuli il 21 per un concerto-conferenza dal titolo “Alla ricerca del canto perduto”.

Giacomo Baroffio (Novara, 1940) formato alla musica fin da piccolo, studia in seguito discipline medievistiche (musicologia, liturgia, filosofia, storia dell’arte) e teologiche in Germania. Successivamente riserva un arco temporale del suo percorso agli studi teologici al Pontificio ateneo Sant’Anselmo e vive una lunga esperienza monastica nell’ordine benedettino. In pensione da professore ordinario (docente di Storia della liturgia, Canto gregoriano, Paleografia musicale e Storia della musica medioevale nelle principali istituzioni e università italiane – tra cui il Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma, l’Università di Cassino, l’Università Cattolica di Milano, il Dipartimento di Musicologia dell’Università di Pavia con sede a Cremona) continua a dedicarsi incessantemente alla ricerca e alla divulgazione (con una bibliografia vastissima) e tiene corsi, seminari e conferenze in Italia e all’estero, anche come interprete di canti liturgico e gregoriano di cui è ritenuto il massimo esperto.

Eun Ju Anastasia Kim (Busan, Corea del Sud, 1961) si laurea in musica a Seuol e continua i suoi studi in Europa (Graz, Roma, Milano) specializzandosi in canto gregoriano. Valente esecutrice, collabora da anni con Giacomo Baroffio in ricerche su manoscritti liturgici musicali italiani.

Come per tutti gli altri eventi di Musica Cortese, tutti gli appuntamenti del seminario alla Nico Pepe e la conferenza-concerto di Cividale sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili (consigliata la prenotazione inviando una email all’indirizzo dramsamcgma@gmail.com. Per info: www.dramsam.org; email; tel +393381882364.

Condividi questo articolo!