Attraverso i Magredi a piedi o in bici fino a Spilimbergo

12 Settembre 2020

Campo di papaveri nei Magredi (Foto Vaccher)

PORDENONE. Un’escursione in bicicletta da Pordenone a Spilimbergo attraverso i Magredi, tra natura, arte, storia, cultura e gusto, di circa 70 km. È quanto propone per domenica 13 settembre il calendario di uscite a piedi o in bicicletta promosse dal Comune di Pordenone – Assessorato al turismo assieme a Montagna Leader e PromoturismoFvg, in collaborazione con Diocesi di Concordia Pordenone, Fiab AruotaLibera Pordenone, Sviluppo e Territorio, Consorzio Pordenone Turismo, Ascom Confcommercio, Camera di Commercio, Federalberghi, sul tracciato del Cammino di San Cristoforo.

L’organo nel duomo di Spilimbergo (Foito Ciol)

Il focus sarà sulla tappa numero 8 del Cammino, caratterizzata dal percorso lungo i Magredi, passando per Vivaro. In primo piano sarà dunque l’aspetto naturalistico, con l’immersione in un ambiente unico in Italia, caratterizzato da una sterminata distesa di sassi bianchi ricoperti da una bassa vegetazione di tipo steppico con una notevole ricchezza di piante e animali. Il cuore del magredo è il greto, allontanandosi da esso si incontrano poi il magredo primitivo e il magredo evoluto, dove si trovano i prati stabili, protetti da una legge regionale. Numerose le piante che colpiscono per la bellezza delle loro forme e dei loro colori, come le orchidee, l’avena altissima, la cresta di gallo e il lino delle fate.

Proprio per le caratteristiche del terreno, non solo è obbligatorio avere il casco, ma è consigliata una buona bicicletta con cambio, adatta allo sterrato. La meta sarà Spilimbergo, dove si pranzerà con piatti tipici del territorio. Non mancherà una visita guidata al nucleo storico artistico più prezioso della città del mosaico: il Duomo e il complesso del castello. Il Duomo, risalente al 1200, mostra i passaggi dall’influenza romanica al gotico e presenta una facciata unica in Friuli Venezia Giulia: con 7 rosoni. All’interno si possono ammirare il fonte battesimale del Pilacorte, il maestoso organo in stile rinascimentale, decorato da tavole e tele di Giovanni Antonio de’ Sacchis detto il Pordenone, e gli affreschi trecenteschi della absidi, attribuiti alla scuola di Vitale da Bologna, recentemente restaurati. Nella navata principale si trova una raffigurazione a grandi dimensioni di San Cristoforo.

Castello di Spilimbergo

Il castello si presenta come un agglomerato di residenze signorili, disposte ad anello attorno all’ampia corte centrale. Di particolare effetto scenico il Palazzo Dipinto, affrescato da cavalli e palafrenieri, Virtù teologali e Cardinali attribuiti ad Andrea Bellunello e impreziosito da 2 trifore, una in stile gotico e l’altra in stile rinascimentale, e da due 2 balconi triforati realizzati dal Pilacorte.

La giornata comincerà alle 8.10, con ritrovo davanti alla Loggia del Municipio di Pordenone e terminerà alle 18.30. Prenotazione obbligatoria: 0434 520381; info.pordenone@promoturismo.fvg.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!