Arriva in libreria il seguito di “Il Principe nel Ghiaccio”

29 Dicembre 2016

Il 2016 si chiude con l’arrivo nelle librerie di “I profili dell’assassino”, il nuovo romanzo di Riccardo Cesca ed Emanuele Bossi edito da Meridiano Zero, disponibile in tutte le librerie dal 30 dicembre. Il thriller rappresenta il secondo capitolo della trilogia avviata con successo da “Il Principe nel Ghiaccio” che ha già suscitato, oltre all’interesse dei lettori italiani, la curiosità e l’interessamento di alcuni produttori televisivi d’oltreoceano. “I profili dell’assassino” è il secondo romanzo che ruota attorno alle figure della spietata serial killer Rachel, le cui devianze e perversioni vengono descritte e analizzate in un intreccio narrativo che calamita l’attenzione del pubblico e del profiler Bruno Valenti, più che mai intenzionato a chiudere per sempre la caccia alla donna che ha amato e che credeva di conoscere.

Il thriller, rispetto al primo capitolo della saga cambia completamente prospettiva e non offre più al lettore il punto di vista dell’assassina, ma quello del profiler impiegato nella sua ricerca, che è al contempo anche suo marito. Il tutto incardinato in una trama che si dimostra complessa come la tela di una letale ma affascinante vedova nera, nella quale non mancano colpi di scena e sviluppi imprevedibili.

“I profili dell’assassino” è ambientato 14 anni dopo i fatti narrati ne “Il principe nel ghiaccio”. Bruno Valenti, dopo la fuga di sua moglie Rachel rivelatasi un’assassina psicopatica, ha dedicato la propria esistenza al perfezionamento della proprie capacità investigative. Grazie all’aiuto della profiler dell’FBI che lo ha affiancato nella sua prima indagine in Canada, diventata ora qualcosa di più che un’amica e collega, Valenti è diventato uno dei più noti e considerati profiler a livello internazionale. Una notorietà che, giunta all’attenzione di Rachel, spingerà la diabolica assassina a sfidarlo di nuovo, trascinandolo in un vortice di sangue e pericolo, che farà emergere anche alcuni indizi prima nascosti su un possibile complice della bella assassina. Rivelazioni che si abbatteranno su Valenti con la forza dirompente di un macigno, creando nuovi intrighi e colpi di scena.

Rispetto al primo romanzo della trilogia questa volta Rachel ha scelto come proprio terreno di caccia gli Stati Uniti e l’Europa, coinvolgendo quindi anche l’Interpol e l’FBI, oltre ovviamente al proprio, ormai ex, marito. Un uomo con il quale il “criminal team” ha un forte legame, forse addirittura biologico, che darà origine a un inseguimento senza esclusione di colpi. Nella costante ricerca dei profili dell’assassino Valeri si troverà infatti costretto a lottare con le proprie motivazioni, arrivando anche scendere a patti con i tratti più oscuri della sua coscienza.

Riccardo Cesca è l’ideatore della trama e della maggior parte del romanzo. Ha svolto studi teatrali e criminologici, avendo conseguito un diploma accademico in Scienze Investigative, e unisce nelle proprie creazioni la formazione relativa a entrambi questi mondi. La trama de “Il principe nel ghiaccio” e “I profili dell’assassino” ricalca quindi fedelmente la realtà, per poi descriverla con la drammaticità e profondità umana tipica dell’ambiente teatrale. Inoltre, conoscendo le dinamiche del mondo dello spettacolo, ha potuto facilmente adattare il romanzo in funzione cinematografica.

Emanuele Bossi proviene dal mondo della ricerca accademica in campo strategico internazionale. Appassionato di letteratura noir dell’Ottocento britannico, ne “I profili dell’assassino”, come anche ne “Il principe nel ghiaccio” ha contribuito a rendere con efficacia letteraria situazioni, ambientazioni e profili umani concepiti dalla fantasia di Riccardo Cesca. La sua ambizione è scrivere e condurre format legati alla cultura noir, all’arte e al Made in Italy sotto il profilo culturale, enogastronomico e dello svago. Ha già realizzato monografie e pubblicazioni su riviste scientifiche di settore.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!