Antologica di Ugo Pierri

3 Aprile 2019

Joyce

CORMONS. Le sale del Museo Civico del Territorio di Cormons ospiteranno da venerdì 5 aprile un’antologica di Ugo Pierri, pittore, poeta e narratore triestino. L’inaugurazione si terrà alle 18 con l’introduzione dello storico dell’arte Maurizio Lorber. La mostra si sviluppa in venti sezioni (il giardino dei matti, per non dimenticare, foeminae, ekklesia, joyce, tarocchi e altre), che percorrono la carriera dell’artista dai primi anni ’60 fino ad oggi in 100 quadri e circa 50 disegni. Sarà possibile visitare l’esposizione fino al 19 maggio da giovedì a sabato ore 16-19, domenica ore 10-12 e 16-19.

“Pittore inediale, poeta espressionista-crepuscolare, scrittore di racconti tetrallegri”, così ama definirsi. Ugo Pierri è nato nel 1937 a Trieste, ove vive e lavora. Come pittore ed illustratore affronta molteplici tematiche: alla vena fiabesca, ai tarocchi, ai segni zodiacali, preferisce i temi socio-politico-religiosi. Usa tecniche miste, non disdegna olio, acrilico, gouache, inchiostri, pastelli ad olio, acquerello, tempera, i coloranti in genere: lavora preferibilmente su carta. Ama il bianco del foglio. L’acqua è il suo prezioso alleato.

Molteplici i suoi modi di dipingere che passano dalla rudezza del segno espressionista alla variopinta miniatura delle pagine medioevali. Dalla leggerezza trasparente dell’acquerello ai violenti colori della protesta. Dall’espressione che determina forma e colore alla critica che deforma volti e figure. Dai simboli eterni che guidano le sue composizioni agli elementi letterari, filosofici e sociali che costituiscono il suo racconto. Inferni e paradisi dai colori folgoranti, fiabe dolorose e allegre catastrofi in uno stile semplice e personale. Realtà ed emozione, inconscio ed elementare visione del mondo che lo circonda.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!