Annalisa Vucusa presenta la nuova raccolta di poesie

11 Gennaio 2017

UDINE. Giovedì 12 gennaio, alle 18, nella Libreria Friuli di Udine (Via Rizzani) si terrà la presentazione della nuova raccolta di poesie di Annalisa Vucusa, Intrecci di luce, edito da Orto della cultura. “Nata casualmente vicino a Milano” (Vimodrone) come all’autrice stessa piace dire, il 24 marzo 1949, Annalisa Vucusa ha vissuto un’infanzia e un’adolescenza on the road, passando da una città italiana all’altra per seguire i trasferimenti lavorativi del padre. Stabilitasi in Friuli-Venezia Giulia a partire dal ’67, e per un lungo periodo a Trieste, vive oggi in provincia di Udine. Dopo la laurea in Filosofia con indirizzo psicologico conseguita all’Università di Trieste, si è dedicata da subito all’insegnamento, una “missione” che la vede a tutt’oggi impegnata alle scuole medie come insegnante di lettere.

Figlia di madre lodigiana e di padre zaratino, profugo, è lei stessa profuga di seconda generazione e su questa condizione ha voluto riflettere, motivata da quella che percepisce come una profonda necessità interiore di raccontare la propria esperienza. Un’esperienza che l’accomuna ai tanti profughi che genera la storia e a coloro che sono, per vari motivi, sradicati dalla vita. Allo stesso tempo è anche la ricerca di un’identità personale, storica, culturale unica e irrinunciabile, lontana il più possibile dall’omologazione imperante nella nostra società, ma sempre e comunque aperta alla comprensione delle diversità e al confronto. Nel testo si alternano momenti narrativi centrati sulla memoria come fondamento della storia individuale e collettiva e spunti di riflessione che da essa scaturiscono, collegati alla realtà odierna. Un sottile, ma forte filo conduttore lega questi racconti, quasi a voler sostenere che ognuno, almeno una volta nella vita, si è chiesto se abbia un senso ricercare delle radici.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!