Andrea Segrè a Trieste Next con il nuovo libro anti-spreco

23 Settembre 2022

Andrea Segrè (Foto Roberto Serra)

TRIESTE. Primo non sprecare, da questo ‘comandamento’ era partito Andrea Segrè 25 anni fa con un’invenzione, quella del Last Minute Market, che aveva insieme un valore etico, sociale ed economico: un’intuizione capace di ripristinare l’equilibrio di sistema e ossigenare i cittadini a basso potere di acquisto con effetto win win, perché vincevano tutti, anche l’ambiente attraverso un incrocio virtuoso a km zero.

Nel rush finale di un anno convulso, il 2022 che ha scardinato gli scenari mondiali e aggravato le povertà vecchie e nuove a ogni latitudine del pianeta, Andrea Segrè porta in libreria una nuova e urgente riflessione affidata all’editore Scienza Express: è il saggio “D(i)ritto al cibo. La mia playlist dallo spreco alla cittadinanza alimentare” (Collana Presa diretta, 184 pagg € 17), che mette a fuoco un tema centrale del nostro tempo, lo “ius cibi” il diritto a un cibo sano e sostenibile affiancato a una visione innovativa di “cittadinanza alimentare”, la cruna dell’ago determinante per cui deve passare ogni democrazia del terzo millennio, che tale voglia definirsi.

L’appuntamento per la presentazione in anteprima del libro, che uscirà il 10 ottobre, è con l’edizione 2022 di Trieste Next: sabato 24 settembre, alle 10 negli spazi del festival in Piazza Unità, l’autore, Andrea Segrè, dialogherà con la giornalista Daniela Picoi.

Info e dettagli: andreasegre.it | sprecozero.it | lastminutemarket.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!