Amici della Musica: un avvio prestigioso con Shlomo Mintz

5 Novembre 2017

UDINE. Attesa per la serata di martedì 7 novembre, quando al Teatro Palamostre, per l’evento inaugurale della Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Udine, arriverà il grande violinista israeliano Shlomo Mintz. Si tratta di uno dei maggiori violinisti del nostro tempo, accompagnato per l’occasione dal pianista olandese Sander Sittig. Mintz si esibisce regolarmente con le orchestre e i direttori più importanti della scena internazionale, tenendo recital e concerti di musica da camera in tutto il mondo.

Shlomo Mintz

Nato a Mosca, emigra in Israele con la famiglia due anni dopo, dove inizia a studiare con Ilona Feher. Enfant prodige, a 11 anni debutta con l’Orchestra Filarmonica di Israele e a 15 è invitato da Zubin Mehta ad eseguire il Primo Concerto di Paganini per sostituire Itzhak Perlman. Bruciando le tappe, a 16 anni debutta alla Carnegie Hall di New York con la Pittsburgh Symphony Orchestra, invitato da Isaac Stern e dall’American Israel Cultural Foundation. In seguito studia con Dorothy DeLay alla Juilliard School e contemporaneamente intraprende la carriera di direttore d’orchestra, guidando importanti compagini in tutto il mondo. È stato direttore musicale della Israel Chamber Orchestra e direttore artistico e direttore ospite principale della Maastricht Symphony Orchestra. Ha vinto numerosi premi di prestigio, come il Premio Accademia Musicale Chigiana di Siena, Diapason d’Or, Grand Prix du Disque, Gramophone Awards ed Edison Awards. E’ tra i fondatori del Keshet Eilon International Violin Mastercourse in Israele, e tiene masterclass in tutto il mondo. Membro di importanti concorsi internazionali di violino, è direttore artistico del Sion Valais International Music Festival e presidente di giuria al Sion Valais International Violin Competition.

Il programma di martedì è vario e attraente. Si parte con la Sonata in si bemolle maggiore K454 di Mozart, scritta per la virtuosa mantovana Regina Strinasacchi, all’epoca acclamata violinista nelle corti europee. Un brano che farà subito emergere un fresco equilibrio fra gli strumenti, tra espressive serenate e dialoghi brillanti. Il pubblico potrà poi ascoltare la più nota delle composizioni del parigino Ernest Chausson, il Poème Op.25, seguito da una pagina di grande lirismo: la Sonata n.3 in re minore op.108 di Brahms. Chiuderanno il programma due brani di Pablo Sarasate: il Capriccio basco e la travolgente Carmen Fantasy.

La stagione è realizzata grazie al contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Fvg, della Fondazione Friuli e del Comune di Udine, con il patrocinio di Osce e Plovidiv Foundation e il sostegno della Banca di Udine Credito Cooperativo, accanto alle già consolidate sinergie con l’Università di Udine, l’Ert, la Fondazione Renati, la Società Filologica Friulana, l’Unesco e Tx2. Il concerto inizierà alle 20,30. I biglietti si possono acquistare tutti i giorni (escluso il lunedì) dalle 17.30 alle 19.30, presso il box office del Teatro Palamostre, o direttamente martedì a partire dalle 18. Maggiori dettagli sul sito www.amicimusica.ud.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!