Alla tastiera Sarah Giannetti, giovane e promettente

21 Luglio 2021

Sarah Giannetti

PORDENONE. Arriva finalmente in Friuli Venezia Giulia, dopo i lunghi mesi di stop-Covid e in esclusiva per la rassegna “Perle Musicali in Villa”, la pianista Sarah Giannetti, attesa venerdì 23 luglio al Convento di San Francesco di Pordenone alle 20.45.

La rassegna firmata da Eddi De Nadai per Musica Pura, e realizzata con il sostegno della Regione, della Fondazione Friuli e del Comune di Pordenone, lascia spazio dunque al pianoforte per un programma che, com’è nella cifra del progetto, intende mettere “allo specchio” compositori di ieri e di oggi. Si inizia infatti dalla celebre sonata “Appassionata” di Beethoven, pubblicata nel 1807, per passare al repertorio post-romantico di Sergej Rachmaninov, uno degli autori prediletti da Giannetti, che eseguirà la Sonata op. 36 n. 2, per arrivare quindi a pagine più contemporanee, come il virtuosistico Rondò op. 59 di Dmitri Kabalevsky, eseguito per la prima volta dal celebre pianista Van Cliburn nel 1958 alla finale del Concorso Čajkovskij di Mosca. Ultimo brano in programma, la prima esecuzione assoluta in concerto del brano “Sound Sculpure n.3” del compositore ucraino Pavel Kolpakov.

Sarah Giannetti, venticinquenne pianista di Sarzana, è attualmente in perfezionamento all’Accademia di Imola “Incontri col Maestro” sotto la guida di Leonid Margarius. Già di rilievo il suo curriculum internazionale, che conta concerti nei più importanti Festival italiani e stranieri e collaborazioni con orchestre e direttori di fama mondiale. Tra i suoi più recenti successi (pre-pandemia), nel 2019 il primo premio nel concorso “London Grand Prize Virtuoso”, seguito dal debutto da solista a Londra e in Spagna. Nel 2020 il Primo Premio alla “Quebec piano competition”, in Canada, e il “Golden Classical Music Awards”, in seguito al quale è arrivato l’invito a suonare alla Carnegie Hall, Weill Recital Hall di New York.

L’introduzione della serata sarà affidata a Federico Gon, musicologo e compositore triestino con studi a Vienna, docente di storia della musica al Conservatorio L. Marenzio di Brescia e professore a contratto alle Università di Padova e di Udine.

Il recital di Sarah Giannetti è supportato anche dall’Associazione pordenonese “In prima persona – uomini contro la violenza sulle donne”, che intende sensibilizzare il pubblico su un tema purtroppo ancora troppo attuale, da combattere anche, e soprattutto, grazie alle armi della Cultura.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.musicapura.it (oppure via mail musicapurapordenone@gmail.com o sms al n. 338 2047725).
Info: www.musicapura.it – Facebook e Instagram Music

Condividi questo articolo!