Alla Scuola Mosaicisti anche da India e Pakistan

21 Settembre 2019

SPILIMBERGO. Lunedì 23 settembre alle 8.30 sarà inaugurato l’anno formativo 2019/2020 della Scuola Mosaicisti del Friuli, con la presenza delle autorità del Comune di Spilimbergo e della Regione. Ai primi due corsi che iniziano questo percorso formativo triennale si aggiungono i corsi del secondo e del terzo anno per un totale complessivo di circa ottanta allievi.

La Scuola Mosaicisti conferma anche quest’anno la sua internazionalità. I nuovi allievi, oltre che dal Friuli e da diverse province italiane, provengono da Svizzera, Francia, Polonia, Russia, Lituania, Georgia, ma anche da Cina e Corea del Sud, e da India e Pakistan, due Stati questi ultimi finora mai rappresentati nella Scuola. I corsi del primo anno, oltre alla multiculturalità, sono caratterizzati anche da parità di genere, visto il numero quasi uguali di maschi e femmine. Tutti gli iscritti inoltre hanno conseguito il diploma superiore, necessario visto che la Scuola Mosaicisti è di fatto una realtà di alta formazione e a numero chiuso, e hanno un’età compresa tra i 18 e i 40 anni. Per l’anno formativo 2019/2020 è stata data la possibilità anche a chi avesse superato i trent’anni, criterio precedentemente utilizzato, di iscriversi per offrire un’ulteriore possibilità di riqualificazione professionale.

Alla giornata inaugurale seguirà l’avvio immediato delle lezioni con un programma già definitivo. Gli allievi saranno impegnati 38 ore settimanali, dal lunedì al venerdì, con lezioni teoriche e laboratoriali. Quest’anno poi tutti gli allievi saranno coinvolti in un work in progress: la realizzazione, sotto gli occhi curiosi e attenti di passanti e visitatori, del mosaico pavimentale all’esterno della palazzina adibita a Galleria espositiva della Scuola Mosaicisti del Friuli. Un mosaico, a superficie continua che si preannuncia essere tra i più estesi e importanti a cielo aperto.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!