Al via i lavori del CfmUnesco

15 Febbraio 2020

CIVIDALE. 250 studenti provenienti da scuole superiori di tutta Italia ed estere hanno dato il via al CfmUnesco 2020, la simulazione dei dibattiti delle Nazioni Unite (Mun) organizzata dai ragazzi dei Licei del Convitto Nazionale ‘Paolo Diacono’, che trasforma Cividale in capitale del mondo fino a lunedì 17 febbraio, consentendo agli studenti di vestire i panni di delegati Onu e confrontarsi su temi socio-politici mondiali di attualità, basati sull’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’Onu.

Particolarmente seguita la Cerimonia di Apertura, svoltasi ieri pomeriggio nella Chiesa San Francesco di Cividale, che ha sancito l’inizio della sesta edizione. Ai saluti di benvenuto della Segretaria Generale del CfmUnesco, la studentessa Anastasia Brusini, e del Rettore del Convitto Paolo Diacono Luca Gervasutti, si è unito l’intervento di Angela Zappulla, Assessore Attività Produttive – Servizi Demografici, Elettorali e Statistici – Cultura – Pari Opportunità del Comune di Cividale, di Sergio Emidio Bini, Assessore alle attività produttive e turismo Regione Fvg, della Dirigente ufficio primo dell’ufficio scolastico regionale Patrizia Pavatti e, in rappresentanza del Magnifico Rettore Prof. Roberto Pinton, di Stefano Grimaz, Referente d’Ateneo per i rapporti con l’Unesco e titolare Cattedra Unesco, che accompagnerà e seguirà i giovani nei dibattiti del comitato Unesco. È seguito il significativo intervento della special guest Paola Del Zotto Ferrari, Fondatrice e Presidente dell’Accademia di Gagliato delle Nanoscienze, Fondatrice di Equality Moonshot e We4Others; Impactmania, Donna di Impact 2017; Membro del Comitato consultivo femminile di Lamborghini ed ex funzionario Dpi dell’Onu (Dipartimento di informazione pubblica), che ha raccontato la sua esperienza personale, esortando i ragazzi a seguire i propri sogni con tenacia e determinazione e ad assumere un ruolo attivo nella società.

Unanime il pensiero degli intervenuti, che hanno apprezzato convintamente il valore di un progetto formativo qualificante e hanno incoraggiato gli studenti a proseguire lungo questo percorso all’insegna della riflessione, del dialogo e della tolleranza. Centrato quindi l’obiettivo dell’evento, quello di offrire ai giovani una valida opportunità di crescita e potenziamento formativi attraverso un’attività di diplomazia internazionale. Per i giovani giunti a Cividale seguono tre intense giornate all’insegna di incontri e dibattiti, in cui saranno simulate le posizioni di 42 Paesi. Gli studenti provengono da Gorizia, Udine e da diverse Regioni d’Italia e da Paesi quali Argentina, Australia, Russia e Slovenia.

Di rilievo anche l’Apertura del Comitato Storico svoltasi di questa mattina nella Sala Consiliare di Sagrado, alla presenza del sindaco Marco Vittori, del Dirigente del Convitto Luca Gervasutti, di Giada Veneto, la studentessa dl Convitto Paolo Diacono presidente del Comitato Storico e gli studenti quali Ambasciatori dei Paesi rappresentati.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!