Al GdU torna la Commedia dell’arte con Malacarne

18 Giugno 2021

UDINE. Sabato 19 giugno alle 18 torna protagonista al Giovanni da Udine uno dei generi teatrali più amati di sempre, la commedia dell’arte. Ironia, mille colpi di scena ma anche momenti romantici e toccanti animano “Malacarne – La ballata dell’Amore e del Potere” della Compagnia Brat, in programma per la rassegna Teatro Insieme. Protagonista della storia, accanto a tanti altri personaggi tratti dal colorato mondo della commedia dell’arte, è appunto Malacarne, servo tanto pasticcione quanto abilissimo nel trovare soluzioni a ogni inghippo.

Siamo nel 1420: il Patriarcato di Aquileia è sconfitto dai soldati veneziani guidati dal Capitano Tristano Sorestan, mercenario al soldo della Serenissima. Finanziatore dell’impresa è l’avido mercante Pantalone che, accecato dalla brama di potere e denaro, incarica il suo servo turco Karagoz di cercare il leggendario puteum aureo nascosto da qualche parte nei dintorni di Aquileia. Nell’impresa viene coinvolto anche Malacarne, contadino friulano costretto per necessità a diventare servo di Pantalone. Costui intende barattare la giovane figlia Bora in cambio della supremazia mercantile sui nuovi territori conquistati, ma la ragazza sfugge alle grinfie del padre padrone, andando incontro a un amore inaspettato…

Diretto da Michele Modesto Casarin e prodotto dalla Compagnia Brat in collaborazione con Pantakin nell’ambito del Progetto Fri.Co. – Friuli in Commedia, lo spettacolo è stato realizzato con il sostegno della Regione. Drammaturgia di Marco Gnaccolini. In scena Mina Carfora, Claudio Colombo, Filippo Fossa, Agata Garbuio, Federico Scridel. Consulente coreografica Isabella Peghin. Maschere Brat; Costumi Dietro Le Quinte – Pantakin; Scene di Pantakin – Brat.

Spettacolo con pubblico in palco. Posti limitati. I posti sono singoli e distanziati. Sono obbligatori, per l’accesso, l’uso della mascherina (ffp2 o chirurgica), il rilevamento della temperatura corporea tramite termoscanner all’ingresso e il distanziamento fra le persone di almeno 1 metro.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!