Agosto archeologico n. 30 da venerdì al via in Carnia

25 Luglio 2018

TOLMEZZO. Sta per avere inizio la XXX edizione dell’Agosto Archeologico, importante rassegna costituita da conferenze e visite guidate a carattere archeologico che si svolgono in vari Comuni della Carnia, da venerdì 27 luglio a sabato 1° settembre. L’ Agosto Archeologico, nato nel 1988 a opera dell’archeologa Gloria Vannacci Lunazzi con lo scopo di rivitalizzare l’attenzione verso la ricerca archeologica in Carnia, è costituito da una serie di conferenze e visite guidate, che si tengono nei centri della Carnia in cui sono stati fatti importanti ritrovamenti o che, semplicemente, sono interessati all’archeologia.

Partito a titolo sperimentale con quattro conferenze che hanno avuto luogo rispettivamente a Villa Santina, Lauco e Verzegnis, si è venuto via via ampliando nel corso del tempo ed ha assunto una forte valenza culturale e turistica, in conseguenza delle interessantissime scoperte che, con il passare degli anni, hanno riguardato tutto il territorio carnico e regionale, dalla Preistoria al Medioevo.

Si parte da TOLMEZZO, venerdì 27 luglio alle 17 nella saletta multimediale di Palazzo Frisacco con l’inaugurazione. Dopo il saluto delle autorità, sono previsti gli interventi di Gloria Vannacci, Presidente Associazione di Studi e Ricerche Storico-Archeologiche “Carnia Cultura” e coordinatrice dell’Agosto Archeologico su “30 anni di agosto archeologico”; Roberto Micheli Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia “Attività della Soprintendenza nell’area montana del Friuli Venezia Giulia”.

A ZUGLIO, località Formeaso, giovedì 2 agosto alle 18 nella sede della Protezione Civile, Mitja Gustin (Prof. Emerito Pirano/Slovenia) tratterà il tema “I Celti orientali in movimento verso Delphi”. A OVARO mercoledì 8 agosto alle 18 nella sala del Centro socio-culturale, Fulvia Mainardis (Università di Trieste) parlerà di “Iscrizioni preromane e romane in Carnia”. Alle 20 visita guidata in notturna all’area archeologica di San Martino. Di nuovo a ZUGLIO, Centro Polse di Cougnes presso Pieve di San Pietro, sabato 11 agosto, alle 18 nella Biblioteca “Venier”, Luca Villa, archeologo e Direttore degli scavi si soffermerà su “Il Monastero di Santa Maria in Valle di Cividale (Tempietto Longobardo)”. Ad ARTA TERME, frazione Piano, lunedì 13 agosto alle 17 nella Sale dal Pais, in via Peresson 27, Fabio Piuzzi, architetto, “L’Ospitium dei cavalieri ospitalieri di San Nicolò degli Alzeri”. Seguirà visita guidata al sito archeologico.

Si torna a TOLMEZZO, frazione di Illegio, sabato 18 agosto alle 18 nella Chiesa di San Paolo, Ermanno Del Tatto, proiezione del documentario “Semel gratia baptismi datur” ovvero “Il Battesimo nelle origini e nell’antica liturgia della Chiesa di Aquileia arricchito dalle scoperte archeologiche di San Martino di Ovaro e di Illegio ” e del documentario sulla caduta di Aquileia “A.D. 452: Expugnatio Aquileiae”. Commento di Stefano Roascio, funzionario MIBACT, Parco Archeologico dell’Appia Antica. E’ la volta quindi di RAVASCLETTO dove, mercoledì 22 agosto alle 18 nella ex Scuola Elementare, Eliano Concina, Segretariato regionale del MIBACT Friuli Venezia Giuliaterrà la conferenza “Insediamenti e viabilità nella Val Calda nell’antichità”.

A RAVEO, martedì 28 agosto alle 18 nel Centro Civico via Naulan 3, Serena Vitri, già Soprintendenza Archeologia del Friuli Venezia Giulia illustrerà “Un itinerario archeologico ambientale sul Monte Sorantri di Raveo”. Si chiude a
VERZEGNIS, frazione Chiaulis, sabato 1 settembre alle 16 nella sala consiliare del Municipio con due interventi. Gloria Vannacci Lunazzi, Direttrice degli Scavi, con “L’insediamento preromano e romano sul Colle Mazeit”; Luca Villa, archeologo “La torre altomedievale sul Colle Mazeit”. Seguirà visita guidata all’area archeologica ristrutturata sul Colle Mazeit.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!