Aggiudicata anche la “e”

19 Settembre 2019

PORDENONE. L’Alfabetiere di pordenonelegge ha una nuova lettera! È stata adottata anche la “e”. La bella notizia è arrivata nella prima giornata del Festival (in programma fino al 22 settembre). Il carattere era essenziale per comporre parole e romanzi, ma soprattutto per scrivere “pordenonelegge” e “poesia”. Ora sono solo cinque quelle mancanti: j, q, x, y, z. Per adottarle è sufficiente partecipare al crowdfundindg del festival, con delle libere donazioni da fare nelle casette infopoint e merchandising. Al raggiungimento della quota stabilita, 3.000 euro, sarà realizzata una nuova lettera (rigorosamente giallo-festival, alta quasi due metri e pesante circa tre tonnellate). Se la quota non venisse raggiunta, il ricavato sarà donato in beneficenza da Fondazione Pordenonelegge.

L’Alfabetiere in questi giorni sta “invadendo” la città, ma nel prossimo futuro sarà posizionato al Parco Cimolai. La vasta area verde a nord di Pordenone, infatti, è la sede scelta per ospitare le 26 grandi lettere, che la trasformeranno in un originalissimo Parco letterario della città delle lettere e dei lettori. L’iniziativa, promossa con il Comune di Pordenone da Fondazione Pordenonelegge, è nata come campagna di fundraising e al tempo stesso come un grande progetto di arredo urbano, su idea di Patrizio De Mattio dello Studio DM+B & Associati di Pordenone, e su realizzazione della ditta Antoniolli di Pordenone.

Ma vediamo chi ha reso possibile questa installazione diffusa con la sua “adozione”: la lettera a, è stata realizzata grazie al contributo di Antoniolli srl; per la b, dobbiamo ringraziare la Farmacia dr. De Lucca; a seguire, la c è stata adottata dall’Associazione il Capitello – Falegnameria Innocente Luigino, la d da De Blasio Associati; la e da EB Sicurezza e Ambiente, mentre la f da Fondazione Ado Furlan Pordenone – Spilimbergo; Giovanni Pavan ha scelto la g; Oesse Scambiatori di calore la h; mentre l’Interporto Pordenone la i; il Comune di Pordenone ha optato per la k; il Collegio Notarile di Pordenone per la l; la m è stata realizzata con il sostegno di Marcolin Covering, la n di Ferronato; la o di Confcooperative; Fondazione Pordenonelegge ha reso possibile la fabbricazione della p, Rina Rigo della r; Ciganotto Cinelli Salvato Mangione Commercialisti della s; Tirelli Medical Group della t; l’Unione Industriali di Pordenone ha “adottato” la u; e infine, Enrico Varesco la v, mentre Trade Wood Company la w.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!