Youtubers, videogiochi e incontri chiudono FilmForum

23 Marzo 2015

GORIZIA. Giunge a conclusione domani, martedì 24 marzo, FilmForum festival 2015: in programma la seconda parte di uno “Speciale youtubers”: Filmforum Festival racconta la nuova frontiera di produzione e programmazione video-cinematografica. Dopo l’incontro di lunedì incentrato sul mezzo video e il canale youtube come luogo di critica e produzione dell’audiovisivo, con gli artisti de I Licaoni Videoproduzioni – il collettivo di videomaker livornesi, alfieri della produzione indipendente – e la giovane youtuber BarbieXanax, critica cinematografica da 4 milioni di visualizzazioni, si prosegue domani con la seconda tavola rotonda (ore 17, Palazzo del cinema, sala 2 del Kinemax) alla quale interverranno Fraws, star del gruppo “parliamo di videogiochi”, il critico italiano di videogame più seguito della rete, e “Quei due sul server”, Synergo e RedeZ, al secolo Mario Palladino e Nicola Palmieri.

Quei due sul server

Quei due sul server

E si presenta domani il settimo numero della rivista Cinergie (da domani anche scaricabile gratuitamente online su www.cinergie.it), con uno speciale dedicato al celebre film “Lo squalo”, uscito nel giugno 1975. A quarant’anni dal primo apparire della pellicola di Steven Spielberg, la rivista di riferimento di FilmForum Festival gli dedica un approfondimento esaustivo e avvincente, dalle 19 al Palazzo del Cinema di Gorizia (sala 2 del Kinemax).

Fra gli eventi di spicco per la giornata di domani anche la tavola rotonda in programma nella mattinata a Palazzo della Torre, sull’evoluzione dei sistemi di Conservazione e restauro del Cinema, ospite la studiosa Anne Cartier-Bresson del Centro di ricerca e restauro dell’Ateneo di Parigi, con il responsabile dei laboratori di restauro cinematografico di Gorizia Simone Venturini.

Fraws

Fraws

Gli approfondimenti in programma domani concludono la Spring School 2015 che anche quest’anno si è occupata di indagare i rapporti fra cinema e arti visive contemporanee, oltre alla nuova frontiera del post cinema (videogame, animazione, fumetto), la scena dei porn studies e il film heritage, ovvero la preservazione del patrimonio cinematografico. Hanno coordinato gli workshop 2015 diversi esperti: Richard Bégin, Kim Décarie per il post-cinema, Francesco Federici il Cinema e arte visive contemporanee, Hans-Michael Bock e Jan Distelmeyer il “Film Heritage”, Giovanna Maina, Federico Zecca ed Enrico Biasin I porn studies, Sara Martin gli youtubers italiani. Info: www.filmforumfestival.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!