Youn Sun Nah a Cormons

25 Ottobre 2014

CORMONS. A Jazz&Wine of Peace per la terza giornata di festival – sabato 25 ottobre – arriva a Cormòns un’icona del jazz contemporaneo, la coreana Youn Sun Nah, che si esibirà con il suo quartetto alle 21.30 al Teatro Comunale. Quella a Jazz&Wine of Peace sarà la sua unica data italiana, l’unica occasione per ascoltarla dal vivo, accompagnata da tre straordinari musicisti. Con il suo stile universale e allo stesso tempo personale, Youn Sun Nah dona una nuova varietà alla tradizione del jazz vocale esplorando, in modo non convenzionale e senza troppi sforzi, nuovi ed esaltanti luoghi. È una delle rappresentanti più sbalorditive del vocal jazz, includendo l’intero spettro della musica contemporanea.

Youn Sun Nah

Youn Sun Nah

Nata in Corea, figlia d’arte (suo padre era un direttore d’orchestra e sua madre una cantante classica), Youn Sun Nah si è fatta conoscere per la sua camaleontica capacità di esprimersi attraverso jazz, pop, chanson francese, rock e bossa, attingendo per la prima volta anche ad elementi della musica classica europea. Nel giro di due anni Nah ha ricevuto il suo quarto “Korean Music Award”, il BMW World Jazz Award e l’ECHO Jazz Award come migliore cantante donna a livello internazionale. In Francia, la sua seconda casa, “Same Girl” è stato l’album jazz più venduto nel 2011, Nah ha ricevuto il “Prix Mimi Perrin du Jazz Vocal“ come voce femminile dell’anno e il magazine “Jazzman“ le ha assegnato il “Choc de l’année 2012” come artista dell’anno.

Con Youn Sun Nah sono il timbro e le capacità interpretative a farla da padrone. Non importa se l’esile figura della cantante intona una canzone folk americana o un traditional coreano: il gusto per il rischio e la capacità di trasformare ogni brano, come fosse una stanza piena di segreti musicali, anche grazie ad arrangiamenti originalissimi, malleabili e pronti all’adattamento in sede live, giustificano appieno ogni escursione extra-jazz. La precisione della sua intonazione e del fraseggio, un gran senso del tempo e la voce cristallina, le rendono possibile trasformare forme minimaliste in potenti emozioni, eleganza pura e magia.

La cantante coreana ha ricevuto un vasto plauso della critica internazionale. The Vogue (DE) ha affermato: “Sensazionale! Grande arte da un vero miracolo vocale.” e Jazzwise (GB) ha aggiunto: “Una collezione che sfida i generi, attraversando senza fatica jazz, chanson française, musica folk coreana e altro. Same Girl è un’affermazione ancora più audace e convincente rispetto al precedente album, Voyage”. Nella primavera del 2013 l’uscita del suo nuovo album, il terzo per l’etichetta ACT, intitolato “Lento”, è stata seguita da una nuova tournée internazionale che è partita dalla Francia e prosegue in Europa, Asia e in America del Nord. Dopo tre giorni dalla pubblicazione, l’album era già in prima posizione tra gli album jazz di Amazon France e nella classifica iTunes France e dopo dieci giorni era al N. 1 della iTunes Jazz Chart in Belgio e Germania. Nel novembre 2013 ha ricevuto il German Jazz Gold Award e il suo album è stato fra i più venduti nel 2013 in Germania.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!