Volodos, piano pirotecnico

23 Gennaio 2015

UDINE. Domenica 25 gennaio, alle 20.45, un appuntamento da non perdere al Teatro Nuovo Giovanni da Udine per gli appassionati della musica classica: arriva infatti, per la prima volta nel teatro udinese, Arcadi Volodos, il celebre pianista russo noto al grande pubblico per le sue pirotecniche esibizioni e per le sue trascrizioni ed elaborazioni virtuosistiche del repertorio classico e romantico. L’eccezionale abilità tecnica e la profonda introspezione interpretativa fanno di Arcadi Volodos uno dei pianisti di riferimento del nostro tempo.

arcadi volodos_2Nato a San Pietroburgo nel 1972, ha intrapreso nel Conservatorio della sua città gli studi di canto e direzione per dedicarsi solo successivamente al pianoforte. Si è perfezionato in seguito al Conservatorio di Mosca, con Galina Eguizerova, e ai Conservatori di Parigi e a Madrid. Dopo il folgorante debutto nel 1996 a New York, Volodos ha tenuto recitals nelle più importanti sale da concerto del mondo.

Nella serata udinese Volodos si cimenterà con un programma dedicato a Brahms (Tema e variazioni in re min.-magg. dall’Andante del Sestetto per archi op. 18b; Klavierstücke op. 118) e Schubert (Sonata n. 21 in si bemolle maggiore D. 960). Volodos, considerato un vero «genio del pianoforte», si presenta con un raffinato programma dedicato ai grandi classici-romantici viennesi, dei quali autori è acclamato interprete, così come di Liszt e di Rachmaninov. Gli intimi Klavierstücke op.118 – mirabili pagine dell’ultimo periodo compositivo di Johannes Brahms – e la sublime ultima Sonata di Franz Schubert sono le composizioni alle quali, in questa fase della sua vita artistica, Arcadi Volodos sta dedicando il suo approfondimento nelle più importanti sale da concerto d’Europa e che propone in questa occasione anche al pubblico del Teatro Nuovo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!