Viviani Varietà con Ranieri

30 Marzo 2014

Viviani Varietà - Massimo RanieriMONFALCONE. A chiudere la stagione di prosa del Teatro Comunale, martedì 1 e mercoledì 2 aprile alle 20.45, arriva a Monfalcone, attesissimo, Massimo Ranieri con lo spettacolo Viviani Varietà, vero e proprio omaggio al teatro di Raffaele Viviani. Lo spettacolo, diretto da Maurizio Scaparro, prende le mosse dalla lunga traversata che Viviani e la sua compagnia di attori e musicisti compiono nel 1929, a bordo del piroscafo Duilio, da Napoli a Buenos Aires per una lunga tournée nel Sud America, durante la quale mettono in prova lo spettacolo destinato a cercar fortuna nel nuovo mondo, orizzonte di promesse e speranze. Ma il vero debutto avviene di fronte al pubblico degli emigranti imbarcati sulla nave, la notte in cui si festeggia il passaggio dell’Equatore.

Ranieri e Scaparro ricompongono, così, la galleria di ritratti in musica che Viviani ha disseminato nelle sue opere, riunendo nelle sale di terza classe del Duilio il popolo vitale e dolente degli ambulanti, delle prostitute e della povera gente: sono loro i protagonisti e gli spettatori del varietà popolare che va in scena nella sala del piroscafo affacciata sull’oceano.

Accompagnati dal vivo da una piccola orchestra, e cantando rigorosamente in acustica (l’elaborazione musicale è di Pasquale Scialò), Ranieri e il nutrito cast di attori che lo affianca restituiscono voce e anima alle parole, ai versi ed alle melodie dello “scugnizzo” più famoso del mondo. I testi dello spettacolo, prodotto dalla Compagnia Gli Ipocriti e dalla Fondazione Teatro della Pergola, sono a cura di Giuliano Longone Viviani (il nipote), le scene e i costumi sono di Lorenzo Cutuli e le coreografie sono firmate, insieme a Ranieri, da Franco Miseria.

Viviani Varietà M.Ranieri foto di Filippo Manzini 344Scrive Maurizio Scaparro nelle note di regia: “La memoria del Varietà è stata il nostro filtro ma anche e soprattutto lo stimolo per lavorare con emozione, Massimo Ranieri e io, a uno spettacolo che potesse avere come grande testimone di questo mondo così ricco Raffaele Viviani e il suo teatro, le sue parole e il suo canto scenico, privilegiando così quella parte che nasceva o si sviluppava in quel vitalissimo giacimento culturale e musicale che, per il Varietà, erano la Napoli dei quartieri e quella parallela, urbana, aperta alla influenza e alle commistioni con il Varietà europeo (soprattutto con la Francia)”.

Nella suggestiva scenografia del piroscafo, che sul fondo lascia intuire l’infinito dell’oceano e del cielo, prendono vita sul palcoscenico, interpretate da Ranieri e dagli altri attori della compagnia, alcune fra le più belle canzoni del grande uomo di teatro, spesso un mix di monologo e canto, da Lavannarè a O guappo ‘nnammurato, che si intrecciano alle parole e ad alcune inedite testimonianze – scritte proprio durante quel viaggio – di Viviani. Lo straordinario risultato è un rinnovato varietà, rievocato con raffinato senso di nostalgia e autentico gusto del divertimento teatrale.

I biglietti sono in vendita alla Biglietteria del Teatro (da lunedì a sabato, ore 17-19), l’agenzia Ticketpoint di Trieste, la Libreria Antonini di Gorizia, l’ERT di Udine e on line sul sito www.pointticket.it. La Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664) accetta prenotazioni telefoniche.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!