Variazione per fisarmonica

24 Ottobre 2012

Riccardo Centazzo

PORDENONE. Dopo l’anteprima in provincia, con due concerti molto partecipati e apprezzati approda nel capoluogo il Fadiesis Accordion festival. Per dare un eccellente esempio della fisarmonica solista, il direttore artistico Gianni Fassetta ha scelto Riccardo Centazzo, maniaghese trapiantato a Firenze, che si esibirà giovedì 25 ottobre nel Convento di San Francesco a Pordenone alle 20.45 interpretando brani di Zipoli, Scarlatti, Mozart, Pozzoli, Sauget, Wurthner, nonché composizioni proprie. Considerato dalla critica specializzata uno dei concertisti più apprezzati nel panorama internazionale è un artista versatile e poliedrico tanto che oltre al diploma in fisarmonica ha conseguito anche quello in canto corale e direzione di coro, proseguendo anche gli studi in pianoforte, organo, tromba e violoncello, nonché composizione. Una sensibilità e poliedricità che daranno un tocco unico ad un concerto che avrà come fio conduttore la Variazione, genere musicale da sempre frequentato in quanto permette di giocare con spunti compositivi interessanti. L’excursus temporale del programma è notevole e darà quindi luogo ad un concerto vivace e ricco di linguaggi musicali molto diversi: si va dal 1600 con le trascrizioni da cembalo o organo per arrivare ad un Novecento moderno, con tessiture compositive più azzardate (anche con qualche dissonanza), passando per Pozzoli, ancora permeato di romanticismo, ma che già aveva composto per fisarmonica. Centazzo, appassionato della letteratura da tasto è vincitore di prestigiosi concorsi nazionali e internazionali, ha registrato per la Rai, la Zdf tedesca e Tele France. Nell’ambito dei Grandi Eventi del Vaticano per il 2001, ha diretto in prima esecuzione assoluta il Miserere di Giovanni Pacini per soli, coro e fisarmonica. L’ingresso è libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!