Un’estate di teatro all’aperto

4 Giugno 2014

SACILE. Inizia con il teatro en-plein-air la stagione estiva dei palcoscenici all’aperto, che il Piccolo Teatro Città di Sacile promuove nel lungo cartellone di “SCENARIO D’ESTATE”, al via dal 6 giugno nelle location che da qualche anno riuniscono il territorio provinciale di Pordenone dalla Pedemontana al Livenza. Brugnera al Parco di Villa Varda, Sacile in borgo San Gregorio e nella verde contrada di Vistorta, ed infine Budoia sono i tradizionali ed attesi appuntamenti, realizzati in stretta sinergia con le rispettive Amministrazioni comunali e il sostegno della Regione e di Banca di Cividale. Nove anche quest’anno i titoli in locandina, tra classici in costume, parlate e dialetti dal veneto al triestino, teatro d’autore e maschere della commedia dell’arte, come accadrà nelle incantevoli fantasmagorie comiche tratte da “Lu Cunto de li Cunti” che la Compagnia Hellequin della Scuola Sperimentale dell’Attore metterà in scena giovedì 17 luglio a Sacile con “LE STORIE DI PULCINELLA E DELLA GEGIA”.

Una scena da L'avaro

Una scena da L’avaro

“Scenario d’Estate” comincerà tuttavia già dal mese di giugno con un calendario molto fitto, dedicato principalmente al segmento “In Villa” nell’oasi verde del Parco di Villa Varda di Brugnera, per quattro brillantissimi venerdì in scena: avvio in grande stile il 6 giugno con “L’AVARO” di Molière nell’interpretazione del Mosaico Teatro di Rovigo, diretto da Emilio Zenato. Il tirchio Arpagone passa la vita a sorvegliare lo scrigno dei suoi tesori e a tramare matrimoni d’interesse per sé e i figli, ma ben presto si troverà gabbato dalla prole e, ovviamente, dalla servitù.

Gradito ritorno il 13 giugno per il Gruppo Teatrale Caorlotto, che dopo aver “sbancato” per due volte il Premio per il gradimento del pubblico “Vota il tuo Scenario” in versione invernale, riscuote i meritati applausi del pubblico con il riallestimento di un fortunatissimo titolo, adattato da un altrettanto celebre copione portato al successo da Gilberto Govi: “PIGNASECCA E PIGNAVERDE”, nella sua versione veneta diretta da Sandro Dorigo e Narciso Gusso, farà divertire la platea con le vicende del “rustego” Felice Ballarin e del suo zermàn Sante Regolo, ricco commerciante di Rialto.

Nuova compagnia ospite del cartellone estivo quella di Asolo Teatro, che rientra nel circuito del Piccolo Teatro venerdì 20 giugno con un’esilarante commedia dal titolo “QUEO CHE RESTA DEI SETTE NANI” da un testo di Massimo Valori con la regia di Ermanno Perinotto. Un agriturismo sulle colline del trevigiano, un padrone di casa con la mania per i Nani da giardino, una moglie ansiosa e una cognata pettegola… se poi gli ospiti sono quantomai strampalati, il divertimento è servito! Ultimo appuntamento in Villa il 27 giugno con la comicità triestina del Gruppo Il Gabbiano nella commedia “SE FA, MA NO’ SE DISI”, tradotta e diretta da Riccardo Fortuna, con un’intraprendente signora alle prese con ben due amanti in alternanza quasi perfetta, finché un imprevisto non fa saltare l’agenda e trasforma la trama in un tourbillon di risate.

Tra gli appuntamenti di giugno si inseriscono però anche due serate fuori Brugnera, a cominciare dal borgo di Vistorta, che giovedì 12 giugno ospiterà lo spettacolo “DIESE FRANCHI DE AQUA DE SPASEMO”, applauditissimo allestimento messo in scena da Gigi Mardegan per Il Satiro Teatro di Paese. Premiato, tra l’altro, al Festival nazionale Maschera d’Oro di Vicenza nel 2013 come spettacolo più gradito dal pubblico, accanto al riconoscimento ottenuto da Mardegan come miglior attore della rassegna, la pièce trae dall’omonimo libro di Jane Connerth la storia di un “dotorìn” della campagna veneta del Secondo Dopoguerra, alle prese con i rappresentanti di quella fascia sociale cui quasi tutti allora appartenevano, ovvero “i poareti”, tra involontarie comicità, nuovi rimedi e antiche superstizioni.

Una scena da El pato a quatro

Una scena da El pato a quatro

Anche Budoia avrà in giugno il suo primo appuntamento col teatro, nell’area festeggiamenti del Comune: “EL PATO A QUATRO” della Compagnia La Caneva di Motta di Livenza sarà di scena sabato 21 giugno con un’intrigante vicenda che prende le mosse da un patto di “mutuo soccorso” tra quattro amici, che vent’anni dopo viene reclamato da uno di essi, rientrato dall’estero, solo e in disgrazia. Ma non tutto è ciò che sembra, e forse neanche l’amicizia dura così a lungo.

“Scenario” prosegue poi nel mese di luglio con due serate a Sacile, nell’ormai consolidato appuntamento del giovedì (10 e 17 luglio) e l’ultimo appuntamento a Budoia, che vedrà sul palco la Compagnia del Piccolo Teatro con la sua fortunatissima produzione goldoniana de “LA FAMIGLIA DELL’ANTIQUARIO”, che chiuderà la stagione sabato 26 luglio.

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21.15; per Villa Varda e Sacile, ingresso con biglietto unico a 5 euro, gratuito per i ragazzi fino a 12 anni. Vistorta e Budoia ad ingresso libero. In caso di pioggia, gli spettacoli di Villa Varda si spostano al Salone Festa del Vino di San Cassiano, quelli di Sacile al Teatro Ruffo, mentre le commedie di Budoia vengono rinviate alla serata successiva (domenica). Info ai recapiti del Piccolo Teatro: tel. 366 3214668 – web: www.piccoloteatro-sacile.org

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!