Una storia del cinema in quattro appuntamenti

21 Febbraio 2016

PORDENONE. Una introduzione alla cinematografia, per restituire l’evoluzione storica del mezzo, contestualizzandola con opere d’epoca: è l’obiettivo del corso “Arte cinematografica. La storia del cinema in quattro incontri”, promosso dal Centro Culturale Casa Zanussi di Pordenone con UTE – Università della Terza Età e CICP – Centro Iniziativa Culturali Pordenone. Un’iniziativa d’autore, curata dallo storico del cinema Carlo Montanaro, che scandirà il programma in quattro tappe: si parte martedì 23 febbraio alle 15.30 con “La nascita del cinema”, si prosegue il primo marzo con “La nascita della finzione nel cinema”, quindi martedì 8 marzo focus su “La nascita del colore nel cinema” e si chiuderà martedì 15 marzo con “La nascita del sonoro nel cinema”. L‘ingresso è libero, info Centro Culturale Casa A. Zanussi Pordenone tel 0434.365387- pec@centroculturapordenone.it www.centroculturapordenone.it.

01In questo modo si ripercorreranno le tappe fondamentali del precinema, da quando cioè è stato possibile “riprodurre”, con esiti anche spettacolari le immagini (xilografia, acquaforte), per arrivare all’automatismo prima della fotografia e poi del cinematografo. Si constaterà come il nuovo linguaggio sia nato documentando una realtà resa complice dalla conoscenza della tecnologia, ma si sia presto rivolta allo straordinario e al magico, con l’introduzione di elementi di sapore teatrale che hanno stabilizzato le regole della rappresentazione e quindi della finzione. E ancora si sfateranno due miti: il cinema degli inizi non è mai stato né bianco&nero né muto. In analogia con le altre forme di rappresentazione e di spettacolo ha fatto largo uso di sistemi più o meno complessi di colori sovrapposti, copia per copia, al bianco&nero d’origine, ed è stato praticamente da sempre, come si usava nella pantomima e negli spettacoli di varietà, accompagnato dal vivo da uno o più strumenti.

carlo_montanaroCarlo Montanaro scrive di cinema e fotografia in riviste e pubblicazioni, lavora professionalmente nel cinema e nella TV, collabora all’organizzazione di festival e rassegne e in particolare per Le Giornate del Cinema Muto di Pordenone. Sta lavorando al progetto de La fabbrica del vedere, un istituto dedicato alla conservazione e alla divulgazione di testimonianze e opere sulla riproducibilità delle immagini. Dal 2010 è Presidente dell’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema (AIRCS). In ambito veneziano, nel 2013 confermato Vicepresidente dell’Alliance Française, è stato eletto Presidente dell’Università Popolare di Venezia. Nel 2014 è uscito, sotto la sua direzione, il primo numero di ALL’ARCHIMEDE, trimestrale dell’Associazione Culturale Archivio Carlo Montanaro visionabile sul sito www.archiviocarlomontanaro.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!