Una serie di incontri per essere “cittadini consapevoli”

27 Aprile 2015

PORDENONE. Cinemazero e Le Voci dell’Inchiesta propongono un ciclo di appuntamenti sui temi al centro della proposta che dal 2007 ha caratterizzato il festival, per far arrivare anche quest’anno al suo affezionato pubblico quelle informazioni e accenti fondamentali per la formazione e l’aggiornamento sull’attualità che è difficile trovare altrove. Dei “Piccoli esercizi di resistenza civile” per continuare ad allenare la volontà di essere cittadini nel senso più proprio del termine, non lasciando che temi chiave e problematiche articolate vengano “tritati” nel flusso mediatico continuo in cui la nostra società è avvolta, ma affrontandole sullo schermo e con incontri mirati, riappropriandosi di uno spazio di cittadinanza, di proprietà collettiva, di valori comuni e basilari, basato sulla possibilità di vedere e condividere, quindi di conoscere.

Un'immagine da Triangle

Un’immagine da Triangle

Mercoledì 29 aprile alle 20.45 si parla di lavoro, in un appuntamento promosso in collaborazione con CIGL, CISL e UIL Pordenone che vuole essere un’occasione collettiva di riflessione su un problema che ha investito il territorio ferocemente, trovando spesso tutti i soggetti coinvolti impreparati. Per farlo si è scelto “Triangle” di Costanza Quatriglio e con musiche di Theo Teardo, premiato col Nastro d’Argento come Miglior Documentario 2015 e con il Premio Cipputi al Torino Film Festival nel 2014. L’ultimo film di una regista impegnata da anni nel raccontare i confini sfrangiati della società, che questa volta concentra il suo sguardo su due tragedie tra loro speculari fanno riflettere sulla condizione del lavoro oggi e sui diritti della classe operaia.

Dalla New York di un secolo fa all’Italia di oggi poco sembra essere cambiato per le donne lavoratrici. Nel 1911 in un terribile incendio della fabbrica di camicette “Triangle” di New York persero la vita 146 persone, la maggior parte delle quali operaie immigrate. Cent’anni dopo, a Barletta nel 2011, altre operaie tessili muoiono sotto le macerie di una palazzina che ospita un maglificio fantasma. Mariella Fasanella è l’unica lavoratrice che viene estratta viva da quelle macerie e assume su di sé tutto il peso del mondo. “Perché proprio io?”, si chiede. E con lei viviamo la necessità di un nuovo inizio, ma anche l’irriducibile orgoglio di chi sa che far bene il proprio lavoro è il gesto più compiuto di ogni essere umano.

“Quando l’ho incontrata per la prima volta – ha dichiarato la Quatriglio – ho sentito che c’era in lei qualcosa che andava al di là della sua forza d’animo: era come quella divinità che arriva da un altro mondo e si fa veicolo di verità, ma non quelle verità certificabili, qualcosa piuttosto che ha a che vedere con l’essere umano al cospetto della sventura del mondo; perché la sua sventura è privata e pubblica allo stesso tempo, dolore fisico che colpisce fino in fondo all’anima e decadenza sociale”.

“Piccoli esercizi di resistenza civile” è un modo per aspettare il ritorno del festival nel 2016 non smettendo di guardare anche i mondi che spesso restano nascosti.

Alpini-lavoratori di Ideal Standard  ed Electrolux all'Adunata nazionale a Pordenone 2014

Alpini-lavoratori di Ideal Standard ed Electrolux all’Adunata nazionale Ana a Pordenone 2014

PROSSIMI APPUNTAMENTI: #MIGRAZIONI Mercoledì 6 maggio 2015, ore 20.45 – Cinemazero; ANDREA SEGRE: FuoriRotta / Diari di Viaggio, Presentazione del libro e proiezione dei documentari, Alla presenza del regista; #AMBIENTE Mercoledì 13 maggio 2015, ore 20.45 – Cinemazero – Proiezione di Çapulcu – Voci da Gezi (Italia, 2014, 60′) di Benedetta Argentieri, Claudio Casazza, Carlo Prevosti, Duccio Servi, Stefano Zoja – Alla presenza degli autori; Sabato 16 maggio 2015 – Dalle 17.00 alle 18.30, Piazza Cavour / Via Mazzini, We LOVE l’auto elettrica: test drive e incontri d’approfondimento; Dalle 15.00 alle 18.00, Mediateca di Cinemazero, [11 MILA]ReCOVER GRABGROUP Laboratorio e progetto di recupero di oggetti in plastica; #4 OMOFOBIA Mercoledì 20 maggio ore 20.45 Cinemazero Proiezione di Der Kreis – The circle (Svizzera, 2014, 102′) di Stefan Haupt; #5 LA SCUOLA Mercoledì 27 maggio 2015, ore 20.45, Cinemazero Proiezione di Educazione affettiva (Italia, 2015, 50′) di Federico Bondi, Clemente Bicocchi Alla presenza dei registi.

Condividi questo articolo!