Una nuova mostra a Cividale: chi c’era prima dei Romani?

16 Ottobre 2014

CIVIDALE. Un’insolita Cividale è raccontata nella mostra dal titolo “All’alba della storia. Genti antiche dal territorio cividalese”, che apre i battenti il 18 ottobre, alle 17, al Museo Archeologico Nazionale. Siamo infatti abituati a pensare a Cividale come una città in prevalenza legata alla storia longobarda, ma le sue radici affondano in un’epoca ben più lontana. Ed è proprio questo che vuole raccontare l’esposizione attraverso una serie di reperti archeologici provenienti da Cividale e dal suo territorio: una panoramica delle popolazioni che gravitavano nell’area prima dell’arrivo di Roma, tra Mesolitico ed Età del ferro.

inv 496_01-1 copia-3L’evento si inserisce nel quadro delle mostre temporanee che annualmente il MAN ha progettato di realizzare per ampliare l’offerta culturale, accendendo la luce, per così dire, su dei reperti che solitamente sono conservati nel buio dei depositi. Dopo la mostra dedicata ai castelli che si è chiusa nel settembre scorso con un bilancio più che positivo di presenze, si è scelto questa volta di puntare l’attenzione su una fase storica poco raccontata nell’ordinaria esposizione del museo. Nelle vetrine verrà offerta una sequenza che va dalle pietre lavorate tipiche delle culture neolitiche fino ai materiali provenienti dalle importanti necropoli dell’età del ferro. Uno spaccato di vita quotidiana, di lavoro, di ritualità funeraria e credenze religiose spiegato e raccontato anche attraverso percorsi didattici per le scuole.

La mostra, visitabile fino al 24 maggio 2015, sarà accompagnata da specifiche iniziative volte ad offrire puntali momenti di approfondimento sulle principali tematiche trattate.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!