La grande storia d’amore

20 Settembre 2012

UDINE. Il Teatro Nuovo Giovanni da Udine VENERDÌ 21 SETTEMBRE si prepara ad accogliere un nuovo vero evento cinematografico, Romeo + Juliet. Per l’occasione il “Giovanni da Udine” si trasformerà tecnicamente in una sala cinematografica digitale e sarà allestito con l’impianto di proiezione in 2K, cioè il nuovo sistema integrato ad altissima risoluzione che era stato messo a punto, tarato e inaugurato per la prima volta durante l’ultima edizione del Far East Film Festival. Anche l’audio sarà pensato per garantire e restituire allo spettatore il massimo impatto alla proposta. Si tratterà di un sistema Dolby Surround 5.1; reso possibile dalla numerose casse acustiche che troveranno spazio in platea capaci di ridistribuire un suono limpido, pulito e avvolgente (un sound che si potrà percepire a 360 gradi attorno a sé). Non ultimo lo schermo cinematografico anch’esso Maxi: le dimensioni saranno le stesse dello spettacolare schermo del Far East Film che misura 17 metri per 8.

Tutto questo perché le immagini del film che verrà proiettato venerdì 21 settembre alle ore 20.45 sono quelle “in scope” dell’opera shakespeariana, rivista in chiave pop-rock, divenuta la trasposizione più “cult” della storia del cinema: Romeo + Juliet di Baz Luhrmann in versione originale con Leonardo DiCaprio e Claire Danes. La più eterna storia d’amore, la più romantica di tutti i tempi è qui un’avvincente opera POP e di genere, o meglio di generi visto che mescola, sapientemente, lo spaghetti western all’italiana all’action (il rimando è chiaramente anche all’action classico di Hong Kong) infarcendoli con una trascinante colonna sonora che esplode nelle sequenze rilette con l’estetica del videoclip. Quello del regista australiano Luhrmann non è un adattamento convenzionale, tuttavia non stravolge la trama, nè il testo, né tantomeno il metro shakespeariano. La parola magica che ha reso credibile questa trasposizione, questa messa in scena antica in epoca moderna è una soltanto: la metafora. Gli spadoni, quindi, diventano armi da fuoco, pistole come in un moderno film d’azione o un film di John Woo con tanto di “ralenti”; il prologo (personaggio in carne ed ossa nelle opere di Shakespeare) diventa un programma TV, un notiziario televisivo che ci permette all’inizio del film di entrare nell’universo postmoderno di Romeo e Giulietta; Mercuzio è una Drag-Queen; Verona ha l’aspetto di una megalopoli dal sapore sudamericano la cui gente vive nelle strade non estranee ai conflitti etnici e sociali e alla musica hip-hop e rap. Con le sue invenzioni visive, ”Romeo+ Juliet”, uscito nel 1996, non ha perso ancora oggi il suo lato visionario e la sua originalità ed è ancora in grado di trasmettere alle nuove generazioni il senso e l’anima della più grande storia d’amore adolescenziale di tutti i tempi.

Gli allestimenti tecnici del Teatro, realizzati in collaborazione con il CEC – Centro Espressioni Cinematografiche/Visionario permetteranno di coglierne tutta la sua forza grazie all’unicità del luogo di proiezione (il Giovanni da Udine) e alla tecnica della proiezione digitale (la copia del film è stata prodotta a Los Angeles per l’occasione). La proiezione di venerdì ha i connotati di un evento unico e irripetibile. Il film sarà proiettato in versione originale inglese con sottotitoli italiani. Biglietto unico € 5,00. Vendita biglietti il 21 settembre, alla Biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine dalle 16.00 alle 21.00. Gli spettacoli del 26 settembre, 3 e 5 ottobre sono ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti. E’ consigliata la prenotazione all’indirizzo iscrizioni@teatroudine.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!