Una extempore a Pineta per ricordare Renzo Ardito

19 Agosto 2015

LIGNANO. Nel Parco del Mare di Lignano Pineta, tra quaranta sculture, sono attesi tutti gli artisti e i creativi che vogliono trascorrere un’esperienza coinvolgente di arte e di vita creativa all’aria aperta per la prima Extempore di pittura Renzo Ardito.

L’appuntamento è per sabato 5 e domenica 6 settembre, quando gli artisti sono attesi muniti di tela e di tavola 40 cm. per 40 cm. minimo, 100 cm. per 100 cm. massimo. Eseguiranno i lavori fino alle 15 di domenica 6, tecnica libera e poi esposizione per tutte le opere domenica 6 dalle 18 al PalaPineta con festa di premiazione conclusiva. Premi in denaro per i primi tre classificati, mille, seicento e trecento euro; ma non si tratta di premi acquisto, tutte le opere saranno riconsegnate agli artisti. La grande festa dell’arte è organizzata dalla società Lignano Pineta e da Arte Pagnacco, per ricordare Renzo Ardito, animatore di Lignano, imprenditore, amante dell’arte e raffinato collezionista.

Nell’ambito dei suoi incontri con l’arte sottolineiamo il forte e approfondito rapporto con Marcello D’Olivo, anima dei progetti architettonici ed urbanistici di Lignano Pineta, l’amicizia con Giorgio Celiberti, Luciano Ceschia, Gianni Borta, Simon Benetton, significativi nomi dell’arte italiana. Come imprenditore nel campo turistico nel 1979 ha preso le redini della società Lignano Pineta dal gruppo di imprenditori che l’aveva fondata nel 1953 e si è distinto nel 1983 per l’ampliamento di Marina Uno. Ha ideato il grande appuntamento Incendio del Mare (suggestivo incontro di luci e fuoco ogni anno il 16 agosto), ha pensato la grande passeggiata sopraelevata di Lignano Pineta con un ponte che adesso porta il suo nome e ha voluto fortemente il Parco del Mare, con lo splendido gioiello della struttura polifunzionale del PalaPineta.

Ricordarlo con una extempore d’arte, è un dovere istituzionale, ma anche un grande atto di affetto di tanti amici.

Vito Sutto

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!