Un paziente con tanti “io”

8 Marzo 2015

CIVIDALE. Vito e Claudia Penoni sono i protagonisti di una divertente pièce che arriva in regione per una sola replica all’interno delle stagioni ERT: Ogni martedì alle 18. Lo spettacolo, scritto da Francesco Freyrie e Andrea Zalone e diretto da Daniele Sala, sarà ospite del Teatro Ristori di Cividale proprio di martedì, il 10 marzo; l’ora, rispetto al titolo, cambia: il sipario si alzerà alle 21. Ogni martedì alle 18 sostituisce nella programmazione del Ristori Prigioniero della Seconda Strada, la cui tournee era stata cancellata dalla produzione.

Ogni martedì 1La commedia racconta lo strano caso del Signor Bonetti, uomo dalle mille voci e dai variopinti personaggi, che diventerà il paziente speciale dell’affermata psicoterapeuta Dottoressa Galeotti. Un putto rinascimentale, Batman, l’immenso Freud… questi e tanti altri sono gli “io” che abitano il protagonista e il suo condominio interiore. Il caso Bonetti rappresenta per la Galeotti “un mondo nuovo da esplorare”, una sfida professionale che si trasformerà poi in molto altro, in qualcosa che l’aiuterà a comprendere meglio anche il suo universo personale. Vita professionale, affetti e ricordi si incastrano come in un puzzle che solo alla fine dello spettacolo farà comprendere agli spettatori un disegno mirabilmente nascosto.

“L’uomo cambia in continuazione, come un camaleonte spinto dalla necessità impellente di realizzare i propri desideri – spiegano gli autori Francesco Freyrie e Andrea Zalone – e per farlo scivola da una personalità all’altra per aggiustare piccole storture, per esaudire quei sogni minimi che la società e la politica non riescono più ad avverare”.

Vito e Claudia Penoni portano sul palcoscenico l’esilarante comicità dei personaggi grazie ad una lunga carriera e alle loro oramai consolidate doti interpretative. Il personaggio di Vito, al secolo Stefano Biciocchi, nasce nei primi anni Ottanta come personaggio televisivo tutto mimica e senza parola (Lupo Solitario, Matrioska e Araba fenice), negli anni Novanta “acquista” la parola e approda al cinema con Fellini (La voce della luna), Benvenuti (Ivo il tardivo) e Ligabue (Radiofreccia). Il successo teatrale giunge con il Don Camillo di Guareschi con Ivano Marescotti. Claudia Penoni, dopo gli studi al Laboratorio Teatrale di Torino, scopre la sua vena comica che la porta ad affrontare commedie brillanti, varietà e cabaret. La partecipazione a Zelig, in coppia con Leonardo Manera, la fa conoscere al grande pubblico. Arriverà poi anche il cinema con Checco Zalone (Cado dalle nubi), mentre in teatro è stata protagonista di una lunga tournee – approdata con successo anche nel circuito ERT – con lo spettacolo Stasera non escort, al fianco di Margherita Antonelli, Alessandra Faiella e Rita Pelusio.

Maggiori informazioni e prenotazioni chiamando il Teatro Ristori (0432 731353). Info al sito www.ertfvg.it .

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!