Un laboratorio per interagire

12 Ottobre 2013

PREPOTTO. Essere se stessi, sviluppare la collaborazione e imparare a interagire in modo costruttivo con gli altri sono gli obiettivi di “Punto d’incontro”, il laboratorio organizzato dall’Associazione Vitae Onlus che verrà ospitato dal Centro Studi Podresca domenica 13 ottobre nello splendido borgo di Prepotto.

L’incontro, completamente gratuito, è destinato ai giovani fra i 14 e i 29 anni e prevede una serie di attività per stimolare la conoscenza di se stessi e la capacità di creare e mantenere relazioni collaborative con gli altri. Rapporti positivi e duraturi sono indispensabili per raggiungere gli obiettivi importanti della propria vita. Nessuna persona possiede, infatti, tutte le conoscenze e tutte le abilità, eppure ognuno ha in sé un bagaglio di doti e di talenti. Solo attraverso la collaborazione è possibile superare gli ostacoli, risolvere i problemi, scoprire la giusta direzione e raggiungere i traguardi. Tra i temi affrontati: l’abilità di collaborare, ideare un fine comune, comunicare nella collaborazione, chiarire e assumere i ruoli, prendere e mantenere gli accordi, sommare le abilità e l’impegno, la creatività nelle relazioni, arrivare al risultato insieme.

Il laboratorio “Punto d’incontro” è organizzato dall’Associazione di volontariato per la Qualità dell’Educazione Vitae Onlus col contributo di Regione Friuli Venezia Giulia e il patrocinio di Comune di Faedis, Comune di Prepotto e il Club Unesco di Udine e si svolgerà coi seguenti orari: 9.30 – 10.00 (accoglienza e iscrizioni), 10.00 – 12.30 e 13.30 – 17.30 (laboratorio). Il coordinamento è curato dal dott. Silvano Brunelli, Direttore per la ricerca del Centro Studi Podresca e docente in corsi di studio dedicati all’innovazione nelle abilità umane, con la collaborazione della dott.ssa Irene Tessarin e del dott. Giulio Frasson, educatore e formatore.

Per partecipare è richiesta l’iscrizione chiamando T. 0432713319 o scrivendo un’e-mail a info@vitaeonlus.it (www.vitaeonlus.it).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!