Un dono dall’Electrolux

24 Novembre 2012

PORDENONE. Le grandi firme del design internazionale entrano nelle collezioni della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Pordenone grazie alla donazione fatta da Electrolux alla Città di “Corolle d’autore”, 70 calici in vetro di Murano, e “Segnidisegni”, 16 oggetti in argento da scrivania. La donazione è stata approvata dalla Giunta Comunale. “E’ un atto significativo – commenta l’assessore alla cultura Claudio Cattaruzza – perché, al di là del valore artistico della collezione che accresce il patrimonio culturale della città con manufatti di pregio, consolida quel nuovo percorso che abbiamo già avviato, finalizzato a creare un sistema di collaborazione tra pubblico e privato, condividendo progetti e percorsi. Un modo per superare le difficoltà dei tempi presenti mantenendo la qualità delle iniziative e offrendo modalità innovative di fruizione culturale.”

“All’inizio degli anni Novanta – spiega Manuela Soffientini, Ad di Electrolux Appliances spa, promotrice della donazione – l’azienda scelse di abbandonare la consuetudine dell’oggetto promozionale anonimo in favore di un progetto personalizzato, dando vita ad oggetti esclusivi dal valore unico grazie a una firma di prestigio e alla qualità di un’alta esecuzione artigianale”. Nacque così una vera e propria collezione che testimonia l’impegno progettuale nell’innovazione e nella comunicazione dell’azienda. Un ideale “museo domestico”, ispirato agli oggetti di uso quotidiano, di grande impatto visivo per la varietà di forme e colori, per le ricercatezze e le invenzioni formali. Oggetti che sono stati esposti nel corso degli anni in contesti di prestigio, quali la Triennale di Milano, e sono stati protagonisti di diverse pubblicazioni.

Corolle d’autore ha coinvolto, tra il 1996 e il 2002, 70 progettisti di varie tendenze sul tema del bicchiere per l’ideazione di progetti da realizzare insieme ai maestri vetrai di Murano. Il risultato dell’incontro tra la sperimentazione formale più avanzata e un’arte millenaria è sorprendente. Tra i nomi degli autori spiccano i maestri dell’architettura contemporanea, da Philip Johnson ad Arata Isozaki, da Vico Magistretti ad Alessandro Munari, da Alvaro Siza a Richard Meier, da Paolo Portoghesi a Riccardo Dalisi, ma anche le generazioni successive, da Steven Holl a Ross Lovegrove, accanto a molti altri protagonisti del design contemporaneo.

“Segnidisegni”, una collezione di oggetti da scrivania in argento, disegnati dalle mani più famose del design italiano, da Ettore Sottsass a Roberto Pezzetta, ha rappresentato agli inizi degli anni Novanta il primo progetto importante della promozione d’arte Electrolux.

Entrambe le collezioni sono state realizzate in collaborazione con Cleto Munari. La donazione costituisce un ulteriore tassello a documentazione della vocazione progettuale delle aziende pordenonesi, un patrimonio tra cui già figurano le ceramiche Galvani e le sedute di Harry Bertoia, facente parte integrante della storia collettiva di un’intera comunità. Corolle d’Autore e Segnidisegni saranno presto protagonisti di un’ esposizione e di una serie di iniziative dedicate.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!