Un “corto” in 60 ore

21 Giugno 2014

fmk 6x60PORDENONE. 6×60 – Visioni a tutto campo è una gara di produzione cinematografica dove i concorrenti misurano le proprie capacità creative in corsa contro il tempo, per riuscire a creare in 60 ore il miglior cortometraggio di 6 minuti. Una sfida tra filmmakers che FMK – International Short Film Festival ha il piacere di far tornare – grazie alla collaborazione con l’Associazione culturale Makin’GO di Gorizia – per far convogliare altri addetti ai lavori alla full immersion cinematografica che si svolgerà nel chiostro di San Francesco di Pordenone tra il 15 e il 19 luglio.

Una collaborazione che ridà vita a un’iniziativa molto amata – ma che negli ultimi anni non aveva potuto contare sul supporto necessario a proseguire e mantenere i risultati ottenuti – diventando anche occasione per conquistare altri territori. FMK infatti ha riconosciuto il valore di questa manifestazione e voluto fortemente riportarla all’attenzione del pubblico e, soprattutto, dei filmmakers. Il vincitore potrà aggiudicarsi il premio di 500 euro e magari diventare il prossimo Matteo Oleotto, Ivan Gergolet, Federico Scargiali, solo per citare alcuni nomi di registi ora conosciuti e transitati nelle edizioni passate della maratona. Non poteva quindi non esserci un regista a tenere a battesimo l’appuntamento e la scelta è caduta sul Marc’Aurelio dell’utimo festival di Roma, Alberto Fasulo, che per l’occasione indosserà le vesti di presidente della giuria che incoronerà il vincitore.

fmk_pubblico_01_foto elena tubaroQuasi naturale è la presenza della 6×60 a questa edizione di FMK, avendo l’iniziativa e il festival l’obiettivo comune di creare opportunità di scambio di conoscenze e di confronto tra persone che condividono la passione per la sperimentazione nel campo dell’audiovisivo e dei nuovi sistemi di produzione, e il regolamento redatto da Gianandrea Sasso (tra i fondatori della 6×60 e presidente di MakinGO) e Raffaella Canci (uno dei curatori di FMK) lo ribadisce con forza: si vuole valorizzare il cortometraggio come forma espressiva in cui i minuti contati della sfida impongono ancora di più di avere un’idea forte e la capacità tecnica per realizzarla. “Siamo molto contenti di approdare a FMK, una vetrina importante per permettere ai giovani che hanno grande bisogno di spazio, di fare e, soprattutto, di far vedere il frutto della loro fatica, quindi abbiamo risposto con entusiasmo a questa chiamata, che permette alla 6×60 di tornare, allargando il suo bacino” ha dichiarato Sasso.

Il primo passo è l’iscrizione, da fare on line dal sito www.fmkfestival.it , per informazioni scrivere a info@fmkfestival.it, quindi, filmakers agguerriti fatevi avanti! Ricordiamo che il festival ha messo a punto una serie di convenzioni per rendere l’ospitalità dei partecipanti il più comoda ed economica possibile, per info chiamare lo 0434 520404. Le iscrizioni si chiudono il 15 luglio alle ore 11.00, sono a numero chiuso, e 30 è il numero massimo di troupe ammesse alla gara. L’iscrizione al concorso è a pagamento, e chi si iscriverà entro il 4 luglio pagherà 50,00 euro, dal 5 fino all’inizio della maratona la quota passa a 100. Si comincia poi martedì 15 luglio alle ore 12.00 nel chiostro di S. Francesco con il fischio d’inizio del conto alla rovescia, e le opere dovranno essere consegnate alle 23:59 di giovedì 17 luglio.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!