Un concerto jazz apre l’anno accademico del Tomadini

26 Gennaio 2016

UDINE. La tradizionale cerimonia d’apertura del nuovo anno accademico del Conservatorio di Udine, programmata per giovedì prossimo 28 gennaio alle ore 17.30 presso il Teatro Nuovo di Udine, propone l’accattivante e innovativo contributo musicale delle classi di Musica Jazz coordinate dal prof. Glauco Venier. Il suo recente progetto, che costituirà il cuore del più importante evento istituzionale pubblico del “Tomadini”, è dedicato alle origini del centenario cammino creativo del Jazz, che prese avvio da New Orleans con lo stile Dixieland, i suoi inediti complessi strumentali, il gusto per l’improvvisazione collettiva e le più importanti personalità di compositori e stumentisti quali Nick La Rocca, Jelly Roll Morton, King Oliver, Kid Ory, Sidney Bechet e poco più tardi Louis Armstrong.

Il saluto del presidente del Conservatorio, dott. Giorgio Colutta, la relazione del direttore, maestro Paolo Pellarin, e il saluto delle autorità intervenute, precederanno l’ingresso in teatro dei diciassette componenti l’Ensemble Jazz, alcuni dei quali presenti pure in veste di arrangiatori. Il contributo pianistico di Riccardo Burato, studente della classe della prof. Franca Bertoli e interprete di “Charleston” e “Blues” da Études de Jazz di Erwin Schulhoff e di Boogie Woogie Étude di Morton Gould, impreziosirà la riproposta di sette classici della tradizione Dixieland: Muskrat Ramble (Kid Ory), St. James Infirmary Blues, St. Louis Blues (William Christoper Handy), Down By The Riverside, Basin Street Blues (Spencer Williams), Hello Dolly (Jerry Herman) e When The Saints Go Marching In.

L’Ensemble Jazz del Conservatorio di Udine è composto da Gabriele Marcon, Federico Mansutti e Antonello Sorrentino (trombe), Pierpaolo Gregorigh e Ermanno “Nini” Del Zotto (sassofoni), Federico Biondi e Marco Kappel (tromboni), Mattia Romano e Filippo Ieraci (banjo), Emanuele Filippi e Alessandro Scolz (pianoforte), Marzio Tomada e Eugenio Dreas (contrabbasso), Marco D’Orlando (batteria), Nicoletta Taricani, Aurora Giavedoni e Chiara di Gleria (voci). L’evento, realizzato con il sostegno di Regione e Fondazione CRUP, prevede ingresso libero fino ad esaurimento posti previo ritiro del biglietto in Teatro.

Condividi questo articolo!