Un ciclo di conferenze dedicate ai temi sociali

30 Settembre 2013

UDINE. Il ciclo di conferenze che il Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo di Udine ha organizzato per l’autunno ha al centro l’Enciclica sociale “Caritas in veritate “, che promuove lo sviluppo integrale della persona attraverso la Fede in Gesù Cristo. L’iniziativa è organizzata con la Parrocchia di San Paolino Patriarca (che ha sede a Udine in viale Trieste) per ricordare i 50 anni di fondazione della Parrocchia. Nella sua missione pastorale e politica San Paolino ha concretizzato attraverso la fede e la carità la convivenza pacifica fra latini, slavi e germanici che ha retto per molti secoli, promuovendo lo sviluppo di questi popoli attraverso le basi spirituali come indicato dalla “Caritas in veritate”.

Anche la 47° Settimana sociale dei cattolici italiani che si è svolta a Torino dal 12 al 15 settembre si è radicata nella “Caritas in veritate”. La delegazione diocesana che ha partecipato ai lavori ha ritenuto opportuno portare all’attenzione della Diocesi friulana i temi più urgenti che sono stati trattati a Torino sia dai relatori sia nelle assemblee tematiche e che hanno avuto al centro la famiglia: missione educativa ed alleanze educative; come accompagnare i giovani nel mondo del lavoro; la pressione fiscale; il sistema di welfare; il cammino comune con le famiglie immigrate; abitare la città; la custodia del Creato; le politiche familiari; un’economia al servizio della famiglia. Dai lavori è uscita un’agenda concreta di proposte politiche che hanno a cuore il bene della persona, della famiglia, della società, delle istituzioni. Queste proposte saranno al centro dell’attenzione e della valutazione durante le riflessioni che seguiranno ogni relazione.

 

IL PROGRAMMA

 

Tutte le conferenze inizieranno un quarto d’ora prima dell’orario indicato sull’invito per poter dare spazio agli intermezzi musicali prima e dopo le relazioni. Pertanto il 9 ottobre, in ricordo dei 50 anni della catastrofe del Vajont, sarà eseguita la prima parte del Requiem in re minore di W.A. Mozart (Guido Freschi e Francesco Fabris al violino, Francesco Ambrogetti alla viola e Riccardo Toffoli al violoncello (inizio 20,15 ). Il 25 ottobre Francesco Fabris e Tiziano Michelini al violino, Francesco Ambrogetti alla viola, Riccardo Toffoli al violoncello e Guido Freschi al violino principale suoneranno “I concerti delle solennità” di A.Vivaldi (inizio 20.15). Il 15 novembre Guido Freschi al violino e Alan Cechet alla chitarra, suoneranno l’Ave Maria di F. Schubert e la sonata concertata per chitarra e violino di N. Paganini (inizio 18,30). Il 6 dicembre Guido Freschi al violino e Alan Cechet alla chitarra suoneranno l’Ave Maria di C. Gounod, l’introduzione e rondò capriccioso di C. Saint Saens, la cantabile di N. Paganini e la serenata di F. Schubert.(inizio 20,15).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!