Tre atti tra drammi e risate

1 Settembre 2015

PORDENONE. Annullato per maltempo, verrà ripreso domani 2 settembre, alle 21.15 nell’area di festeggiamenti delle le Grazie lo spettacolo Artistide e Tobia, uno gobo e st’altro spia, programmato nell’Estate in Città con la volontà di portare il teatro in quartiere da parte di alcune associazioni del territorio quali EtaBeta Teatro, Associazione San Gregorio e Coordinamento Operatori Teatrale Pordenone. A mettere in scena la commedia in dialetto veneto, di Bruno Capovilla, sarà la compagnia Il Teatrozzo di Pozzo di Pasiano, per la regia di Carla Manzon.

aristide e tobia1Aristide, un uomo di mezza età, con i lavori più disparati alle spalle, convive con la moglie e la sorella, due donne che vivono al di fuori della realtà, inseguendo i miraggi della popolarità televisiva per poter campare felici. Medici dell’INPS corrotti, onorevoli disonorati e infine un gobbo che sembra appena uscito dalla bellissima novella “La Patente” di Luigi Pirandello, sono i personaggi che si aggirano per la scena. Un universo umano alquanto strano che si sviluppa in tre atti serrati e divertenti, con situazioni che si rifanno alla nostra tradizione più antica, la Commedia dell’Arte, per arrivare al Vaudeville di Courteline e Feydeau e alla situation comedy televisiva. Il protagonista assoluto della commedia rimane però Aristide, sorta di Arlecchino in versione moderna, che si adatta a qualsiasi tipo di lavoro per portare un po’ di cibo a casa. Tribolazioni e affanni ne dovrà affrontare parecchi, ma alla fine chi vincerà: Aristide o la Sfortuna?

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!