Tra streghe e gatti

27 Giugno 2014

UDINE. Sabato 28 giugno alle 18 la Libreria Feltrinelli (Via Canciani 15 a Udine) ospita un evento originale: due scrittori che pubblicano con la stessa Casa editrice e che presentano la loro ultima fatica letteraria.
Entrambi reduci dal successo dei precedenti romanzi, sono Paolo Morganti (Il giardino del benandante e Il calice di san Giovanni) e Stefania Conte (La gatta che vedeva le streghe). Sarà la giornalista Gabriella Bucco a condurre la conversazione sul contenuto dei nuovi romanzi, che sono, rispettivamente IL SIGILLO DELLA STREGA e LA GATTA CHE GIOCAVA CON LE FARFALLE.

Il-sigillo-della-strega_frontPaolo Morganti, veneto di origine e friulano d’adozione, adora i gatti, il suo cane e Piero e sua moglie, non necessariamente in quest’ordine. Prima di dedicarsi alla narrativa, ha scritto decine di libri di enogastronomia. Lettore onnivoro, sia per naturale inclinazione sia per professione, ama in particolar modo il genere giallo. È curatore e traduttore della collana Chestertoniana, dedicata alle opere di narrativa dello scrittore inglese Gilbert Keith Chesterton, di cui è un indefesso ammiratore. Il felice esordio come romanziere è del 2012, con Il giardino del benandante, romanzo storico ambientato nel Friuli del Cinquecento. Segue nel 2013 Il calice di San Giovanni (2013), ideale seguito del precedente. Il sigillo della strega vede ancora l’alchimista Martino da Madrisio e l’amico pre’ Michele alle prese con misteri, delitti e stregoneria. Questa volta a Spilimbergo.

gattaStefania Conte è nata a Venezia, città ideale per crescere i gatti, osservarne il comportamento e, come diceva l’amico etologo Giorgio Cel­li, “sperare che qualche gatto sfoderi, oltre alle unghie, delle virtù straordinarie”. Per amore, da Venezia si è spostata per vivere e lavorare in Friuli, portando con sé i suoi gatti e il marito. Non necessariamente in quest’ordine. Lavora come editor alla Morganti editori, dove ora alterna al ruolo principale quello della scrittura. La gatta che vedeva le streghe (2013), ristampato a soli due mesi dall’uscita, è stato il suo fortunato primo romanzo. Dopo La gatta che giocava con le farfalle (2014), usciranno Il gatto che apriva i cassetti (novembre 2014) e Le gatte che mangiavano le patatine (2015).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!