Tra rose e Pizzinato

29 Giugno 2013

PORDENONE. Domenica 30 giugno sarà una giornata da vivere al PArCo, dentro e fuori, approfondendo le esposizioni in corso che si potranno conoscere grazie ad una doppia visita guidata a partire dalle 10. Ad accogliere i visitatori nel Parco Galvani saranno gli operatori del Mira, Museo Itinerario della Rosa Antica, che li accompagneranno alla scoperta delle 40 specie, presenti con 184 esemplari, attraverso un percorso storico didattico arricchito da 29 pannelli con le riproduzioni del pittore belga nato a metà del Settecento Pierre- Joseph Redoutè, considerato un’autorità nel campo della riproduzione iconografica delle rose, grazie al livello del dettaglio e alla delicatezza del disegno. Ogni pannello è posizionato accanto alla rosa raffigurata creando così un affascinante dialogo tra natura e arte. Redoutè si dedicò all’illustrazione botanica e godette della protezione della regina Maria Antonietta prima e di Josephine Bonaparte, grande appassionata di rose, che lo incaricò di riprodurle i tanti esemplari raccolti nei giardini della Malmaison.

Alla visita si unirà un gruppo degli Amici delle rose sloveno, che avrà poi la possibilità, come tutti, di apprezzare anche la grande mostra antologica dedicata ad Armando Pizzinato, allestita fino al 14 luglio all’interno dell’adiacente Galleria d’are moderna e contemporanea a lui stessa dedicata. Un’occasione da non perdere per poter apprezzare in tutta la sua interezza lo sviluppo della sua arte, dagli esordi alla fondazione del Fronte Nuovo, dalla svolta naturalista seguita la morte della prima moglie, dall’adesione al realismo (ammirabile anche nei grandi cartoni preparatori per gli affreschi di Parma) fino all’ultima fase astratta e quasi mistica.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!