Torre Eiffel e fiori in piazza

1 Giugno 2014

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. Il programma di Piazza in Fiore, la tradizionale manifestazione di fine primavera organizzata dalla Pro San Vito in collaborazione con Comune di San Vito al Tagliamento e associazioni locali, è stato presentato a Palazzo Rota, sede del municipio sanvitese. Si tratta della 34ma edizione e il tema conduttore dell’appuntamento che si svolgerà dal 6 al 15 giugno (con anche un’anticipazione il 1° e 2 giugno) sarà il rapporto di amicizia tra Italia e Francia, visto il decennale del gemellaggio tra San Vito e Rixheim, paese dell’Alsazia. Sono intervenuti la presidente della Pro Loco San Vito Patrizia Martina (che ha illustrato il ricco programma), il sindaco Antonio Di Bisceglie (che ha ricordato come San Vito è pronta ad accogliere i numerosi visitatori di questa festa simbolo per la cittadina, a partire da quelli francesi), il consigliere regionale Gino Gregoris (che ha rimarcato il sostegno della Regione all’iniziativa), il vicepresidente di Friulovest Banca Vinicio Milan (main sponsor della manifestazione che ha sottolineato l’attenzione dell’istituto di credito cooperativo per il territorio), il vicepresidente del Comitato Unpli Fvg Antonio Tesolin e il presidente del Consorzio tra le Pro Loco del Sanvitese e del Sil Andrea Trevisanut (che hanno indicato come Piazza in Fiore si sposi in maniera efficace con il resto delle proposte del sistema Pro Loco locale, anche grazie ai suoi operosi volontari)

immagine torre san vitoSimbolo di questa edizione 2014 una riproduzione in ferro della Tour Eiffel che dominerà piazza del Popolo. L’opera è stata realizzata da Giorgio Gasparini, già consigliere della Pro San Vito e sempre vicino all’associazione, esperto della lavorazione del ferro. In un mese di lavoro intenso ha realizzato il manufatto, che ha una base 3.75 metri e un’altezza di 9 metri, tutta fatta e dipinta a mano. Attorno alla torre quattro giardini fioriti alla francese, ideati dall’ingegnere Elisa Trevisan e realizzati dall’omonima ditta vivaistica. “Il giardino – spiega – è il luogo per eccellenza dello sviluppo di sentimenti e passioni. La rappresentazione che quest’anno verrà proposta aspira a dare spazio ai sentimenti che contraddistinguono l’essere umano. La volontà è quella di creare una condizione di apertura sensoriale con ispirazione ai giardini francesi. Il progetto si ispira al giardino dell’Amore del castello di Villandry, che per l’occasione verrà riproposto in quattro rettangoli perfettamente simmetrici e rappresentanti un diverso tipo di Amore: Amore tenero, Amore appassionato, Amore volubile e Amore tragico”. In tutto oltre 8 mila fiori e 700 specie arbustive in un’area espositiva di 240 metri quadri più altri 180 metri quadri di prato.

L’azienda Bpt Came group ha donato 84 faretti Domino led a risparmio energetico (tutti insieme consumano energia per soli 290 watt pari a 4 lampadine a incandescenza tradizionali) per illuminare la piazza, torre e giardini durante l’evento. Faretti che rimarranno poi a disposizione della Pro Loco come ha dichiarato Matteo Pittarella di Came. La presidente Patrizia Martina ha messo il materiale a disposizione di tutta la comunità.

Il tema dell’amicizia con l’Oltralpe sarà sviluppato anche grazie a una serie di appuntamenti, come giovedì 12 giugno nel teatro Arrigoni la serata curata da Abaco viaggi con la presentazione degli itinerari in Francia (20.30). Inoltre i commercianti cittadini sono stati invitati a partecipare all’iniziativa Vetrina a tema francese, che vedrà i negozi sanvitesi omaggiare la Francia nelle loro esposizioni. La Somsi, tra le varie mostre che curerà, ne ha dedicata una alla Francia intitolata “J’aime la France” al primo piano del complesso dei Battuti.

Ma ovviamente saranno i fiori i grandi protagonisti della manifestazione, presenti non solo in piazza ma in tutto l’ambito del centro cittadino anche grazie all’evento Balcone fiorito, con il quale gli organizzatori proclameranno il miglior allestimento floreale realizzato dai cittadini. Inoltre saranno presenti gli stand della Lavanda di Venzone. Piazza in Fiore è anche la vetrina del gusto e della tipicità. Quattro i chioschi attivi per tutta la durata dei festeggiamenti: Chiosco losco nel piazzale della Scuola Tommaseo (ricco di eventi musicali serali, presentati dal consigliere della Pro San Vito Erika Ostan), quelli della Pro San Vito alla piazzetta Stadthlon e parco Rota e quello degli austriaci di St.Veit con specialità carinziane in parco Rota. Inoltre domenica 8 giugno sarà preparato uno speciale chiosco nel giardino della casa di riposo durante la Mostra mercato Ornitologica. Ci sarà anche la consueta Pesca di beneficenza con premi offerti da oltre 40 commercianti cittadini, il cui ricavato serve a sostenere la manifestazione.

Ben 16 le mostre organizzate insieme alla Somsi e distribuite in 10 location del centro storico e aree limitrofe, esposizioni che vanno dall’arte alla storia alla fotografia. Inoltre apertura straordinaria del museo della vita contadina.

IL PROGRAMMA
Oltre 40 i singoli eventi in programma dal 6 al 15 giugno, più altri 4 tra il 1° e 2 giugno nell’anteprima. Eccone una panoramica. Il 1° giugno con La Partita da vincere a favore de La Nostra Famiglia dalle 15 allo stadio comunale con gli ex campioni della serie A e le maglie firmate da Roby Baggio. Alle 18 l’aperitivo con pastasciutta in piazza “Sei di San Vito se…” nato sulla scia dell’omonimo gruppo su Facebook. Alla sera musica con l’associazione Famiglie dei diabetici del Sanvitese. Il 2 giugno invece la pedalata naturalistica “L’ambiente che abbiamo in…Comune”.

pubblico presentazioneIl 6 giugno al via i festeggiamenti veri e propri con la cena paesana alle 19.45 nella quale i sanvitesi saranno serviti in piazzetta Stadthlon dal gruppo direttivo della Somsi, poi a seguire la presentazione dei libri “Fra tagli d’Italia dalle corne alla coda” e “Compagni di strada” più i concerti di Silvia on the waves (ex corista di Elisa) in piazza e il primo appuntamento musicale del Chiosco losco, senza dimenticare alle 21.15 l’accensione degli allestimenti della Piazza in Fiore. Il 7 giugno alle 10.45 l’inaugurazione ufficiale al teatro Arrigoni e alle 17 inizio della visite guidate alle mostre Somsi, mentre alla sera Rassegna di danza classica e moderna alle 21 in piazza più ancora musica al Chiosco losco. L’8 giugno dal mattino nei giardini della casa di riposo la mostra mercato ornitologica, in parco Rota e piazza Bimbi in fiore con mercatini e laboratori per i più piccoli oltre al concorso Gessetto d’oro, senza dimenticare l’esibizione di bande e artigianato con il cartoccio (le foglie delle pannocchie grazie alla Pro loco di Reana del Roiale). Non mancherà per tutta la giornata il tradizionale mercatino dell’artigianato sotto la Loggia e lungo le vie del centro storico.

E poi ancora mercatino dell’abito usato, showcooking con Elia Nonis in via Amalteo in quattro diversi orari (10, 13, 15 e 19) e alla sera galà di pattinaggio al palasport di Ligugnana e alle 20.30 “Una canzone per te” festival canoro di bambini sempre in piazza. In parallelo ancora musica al Chiosco losco, che poi proporrà qualcosa ogni sera lunedì 9, martedì 10, mercoledì 11 e giovedì 12 giugno. In queste giornate anche altri eventi come una serata di poesia friulana con Eddi Bortolussi (11 giugno alle 18 in palazzo Rota) e i Demonkeys in concerto il 10 giugno in corte Castello.

Venerdì 13 giugno si riparte con l’ultimo weekend e l’incontro alle 18 in piazza con gli scrittori Paolo Morganti e Fabio Piuzzi. Alle 21 invece sempre in piazza Alter Ego band in concerto, senza dimenticare la musica al Chiosco losco, in programma con i Carnicats anche il giorno successivo sabato 14 giugno quando la giornata si aprirà con il nuovo appuntamento dello showcooking per poi proseguire con il saggio di danza, mentre il concerto in piazza alle 21 sarà dei Senza titolo. Domenica 15 giugno gran finale con mostra di pittori tutto il giorno nel parco Rota e piazza del Popolo, ancora l’artigianato in cartoccio e showcooking di Elia Nonis più alla sera il concerto “Per San Vito” di musica sacra in Duomo alle 20.30. In piazza invece serata danzante con Boars nest e al Chiosco losco si chiude con Bruno Gourdo. Ovviamente per tutto il giorno mercatini dell’artigianato sotto la Loggia e lungo le vie del centro storico.

PRO LOCO: “TEMPI MOLTO STRETTI”
intervento presidente Martina Pro San Vito“Abbiamo pensato questa nuova Piazza in Fiore – spiega la presidente della Pro San Vito Patrizia Martina – in poco tempo visto che l’elezione del nuovo direttivo è dei primi di marzo ma gli eventi, le mostre (nostre e della Somsi che collabora sempre con noi), i mercatini, la lotteria e i chioschi sono lo stesso di qualità: vogliamo proporre a tutti, dai bambini ai nonni, un’occasione per partecipare alla nostra festa. Per i giovani abbiamo il Chiosco Losco, aperto tutte le sere con gruppi musicali di tutti i generi, per le famiglie l’8 giugno al parco Rota l’intera giornata sarà dedicata ai più piccoli con il concorso Gessetto d’oro, laboratori con le cooperative e libro parlato con Roberta Garlatti. In più mostre e mercatini nei più bei siti del centro storico. L’allestimento in piazza è pensato da noi e poi sviluppato con i vivai Trevisan su disegno dell’ingegnere Elisa Trevisan, molto disponibile e piena di idee per ottenere un risultato armonioso dei famosi giardini francesi. Invito tutti i cittadini a partecipare alle nostre iniziative, il programma è molto ricco e i nostri chioschi sono fornitissimi di prodotti tipici e locali per passare delle belle serate in piazza all’ombra della Tour Eiffel, realizzata dal nostro ex consigliere ma sempre presente Giorgio Gasparini. Vogliamo che questa edizione sia ricordata anche per i fiori alle finestre e nelle vetrine, per questo abbiamo lanciato l’iniziativa Balcone fiorito e Vetrina a tema francese: riteniamo che unendo le forze con i commercianti e i sanvitesi questa festa sarà di tutti. Ringrazio il consiglio e tutti gli amici volontari che in qualsiasi maniera ci aiutano per valorizzare e far conoscere la nostra cittadina al pubblico. Questa nuova esperienza da presidente mi copre di molte responsabilità ma sono contenta di avere una squadra composta da consiglieri confermati dal precedente mandato che si continuano a impegnare molto e da nuovi consiglieri che hanno tutti fornito grande disponibilità e idee nuove per realizzare i nostri eventi. Siamo un gruppo eterogeneo e molto attivo, che ha voglia di mettersi in gioco e di sperimentare nuove strade e rendere sempre più interessanti gli eventi che proponiamo oramai di diversi anni”.

Condividi questo articolo!