Torna Zoran, ma a teatro

16 Novembre 2015

GORIZIA. Zoran torna a casa, dove tutto è cominciato. Martedì 17 novembre, per una serata speciale alle 20.45 al Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Gorizia andrà in scena la nuova produzione della Contrada, in collaborazione con il Dramma Italiano di Fiume: “Zoran e il cane di porcellana” scritto da Aram Kian e Andrea Collavino che ne cura anche la regia. Lo spettacolo, che ha debuttato lo scorso giugno al TNC Ivan de Zajc con grande successo e ha girato in turnée in Slovenia e Croazia, dopo una serie di repliche al Teatro Bobbio di Trieste, arriva ora a Gorizia.

IMG_2624In “Zoran e il cane di porcellana” ritroviamo i personaggi del film “Zoran il mio nipote scemo” di Matteo Oleotto, ma visti prima dei fatti raccontati nel film. Zoran è uno spettacolo fresco, divertente e commovente, che sa conquistare con la sua semplicità la parte più autentica dell’animo umano. Al centro della vicenda c’è sempre lui, l’adolescente tenero e strambo che tutti conosciamo. Chi è questo ragazzo con gli occhiali troppo grandi per il suo viso, che si esprime in un italiano buffamente forbito per la sua età? Cosa faceva prima di arrivare dallo Zio Paolo Bressan? Quali erano i rapporti con la Nonna Anja che lo aveva accudito?

Lo spettatore entra nel mondo di Zoran e lo vede barcamenarsi tra amori adolescenziali e angosce da adulti. Un allevamento di struzzi, un dottore molto presente, dei vicini di casa con dei conti in sospeso e anche qualche relazione amorosa da decifrare, movimenteranno, e non poco, le sue giornate, aiutandolo inevitabilmente a fare qualche passo in più verso la maturità. Questi gli ingredienti di uno spettacolo che svelerà anche il retroscena della comparsa del cane in porcellana che ritroviamo nel film di Oleotto.

Scritto da Aram Kian con la collaborazione drammaturgica di Andrea Collavino e la supervisione ai testi di Matteo Oleotto, lo spettacolo conta sulla regia di Andrea Collavino. A dare vita ai personaggi della vicenda, oltre ad Eugenio Allegri, Elvia Nacinovich, Maurizio Zacchigna, Stefano Bartoli, Mirko Soldano, Rosanna Bubola e Giuseppe Nicodemo. Le scene sono firmate da Stefano Katunar, i costumi da Manuela Paladin Sabanovic e il disegno luci da Bruno Guastini. Per info e prenotazioni tel.0481 383602.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!