Tolmezzo la più anziana (45) delle stagioni teatrali dell’Ert

17 Ottobre 2014

TOLMEZZO. La più longeva tra le stagioni che fanno capo all’ERT compie 45 anni. Tanti sono i cartelloni andati in scena per la Stagione di Prosa della Carnia ancora una volta ospitata dal Teatro Candoni di Tolmezzo. La presentazione ufficiale è avvenuta ieri, giovedì, nella Sala Consiliare del Comune in Piazza XX Settembre alla presenza del Sindaco, Francesco Brollo, dell’Assessore alla Cultura, Marco Craighero e del Direttore dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, Renato Manzoni. E’ intervenuto anche il responsabile dell’Accademia Sperimentale dello Spettacolo Carnia, Alessandro Mistichelli.

Una scena di Tre Zovini'

Una scena di Tre Zovini’

La stagione teatrale quest’anno sarà composta da dieci spettacoli, otto in abbonamento e due fuori abbonamento; tra questi ultimi anche un concerto della FVG Mitteleuropa Orchestra. L’apertura alla musica rientra nel contesto dell’ampliamento dell’offerta ERT, passato da circuito di prosa a circuito multidisciplinare (prosa, musica e danza). L’apertura di stagione, venerdì 7 novembre, sarà affidata a Natalino Balasso in versione “stand up comedian” americano. Solo sul palco, con un microfono, ripercorrerà la sua carriera di comico con il meglio del suo repertorio. Il titolo? Stand up Balasso. Mercoledì 26 novembre Lella Costa metterà da parte la forma del monologo che l’ha accompagnata nel corso della carriera per vestire i panni della protagonista di Nuda Proprietà, commedia dolceamara sull’amore in tarda età, scritta da Lidia Ravera. Sul palco con l’attrice milanese anche Paolo Calabresi (il Biascica di Boris), Claudia Gusmano e Marco Palvetti.

Trê Zovini’ è uno spettacolo nato da una costola del progetto Siums di Gigi Dall’Aglio. Massimo Somaglino e Carlo Tolazzi hanno elaborato uno dei quadri di quello spettacolo e hanno affidato l’interpretazione a Chiara Benedetti, Aida Talliente e all’enfant du pais Sara Rainis. La pièce, tratta dall’opera di Novella Cantarutti, sarà in scena giovedì 11 dicembre. Domenica 11 gennaio Paolo Rossi salirà sul palco con il suo Arlecchino, spettacolo nuovo di zecca liberamente ispirato al romanzo di Heinrich Böll, Opinioni di un clown. Momenti autobiografici si alternano a puntute ed esilaranti analisi dell’Italia del ventunesimo secolo.

Lago dei cigni (Balletto di Mosca La Classique_Nadya Pyastolova) 1Ritorna il Balletto di Mosca giovedì 22 gennaio con Il lago dei cigni, classico senza tempo grazie anche alle coreografie originali di Marius Petipa e alla musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Dalla danza al musical con Aggiungi un posto a tavola, il musical per eccellenza della tradizione italiana, firmato nel 1975 dal duo Garinei e Giovannini su musiche di Armando Trovajoli e coreografie di Gino Landi. Lo spettacolo, prodotto dalla compagnia dell’Alba, sarà a Tolmezzo mercoledì 4 febbraio.

Il giornalista Andrea Scanzi e il cantante e attore Giulio Casale dedicano una serata al grande Fabrizio De Andrè. Le cattive strade è il titolo della lezione-concerto in scena giovedì 19 marzo, in cui Scanzi ripercorre le tappe della carriera di Faber e Casale le contrappunta con nuovi arrangiamenti di alcuni tra i pezzi più conosciuti del cantautore genovese. Il calendario “ufficiale” della stagione vivrà il suo ultimo appuntamento mercoledì 1° aprile con Ballata di uomini e cani, lavoro che Marco Paolini dedica all’opera di Jack London. Ad affiancarlo il fido compositore/cantante/chitarrista Lorenzo Monguzzi assieme ad Angelo Baselli e Gianluca Casadei.

Paolo Rossi in Arlecchino

Paolo Rossi in Arlecchino

Analizzati in breve gli otto appuntamenti in abbonamento, arriviamo ai due eventi che completano il cartellone. Giovedì 18 dicembre la FVG Mitteleuropa Orchestra diretta dal M° Vram Tchiftchian eseguirà il Concerto di Natale su musiche di Johann I, Johann II, Josef ed Eduard Strauss. Sabato 18 aprile, invece, ci sarà l’ormai consueto appuntamento con l’Accademia Sperimentale dello Spettacolo della Carnia diretta da Alessandro Mistichelli. Gli allievi-attori dell’Accademia saliranno sul palco del Candoni per mettere in scena L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde.

Comune di Tolmezzo ed ERT continuano a lavorare anche per il pubblico di domani. Anche per il 2014/2015, infatti, il Teatro Candoni ospiterà tre appuntamenti (domenica 14 dicembre I vestiti nuovi dell’Imperatore, domenica 25 gennaio Giù le mani da nonno Tommaso e domenica 8 marzo Il cielo degli orsi) con la rassegna per famiglie Piccolipalchi.

La campagna abbonamenti alla stagione teatrale inizia lunedì 20 ottobre (fino al 22) per i vecchi abbonati che desiderino confermare la propria sottoscrizione (dalle ore 17 alle 19.30 in Teatro); chi vorrà cambiare posto potrà farlo martedì 28 ottobre, mentre dal 29 al 31 i nuovi abbonati potranno prenotare il loro posto a Teatro. I nuovi abbonamenti possono essere sottoscritti anche successivamente e fino al 7 novembre, in occasione del primo spettacolo, contattando gli uffici comunali (0433.487961/87) o il gestore del Teatro (tel 0433.41659 – 335.7430157). Per informazioni: Ufficio Cultura del Comune di Tolmezzo 0433/487961 e www.ertfvg.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!