Teatro/cinema anche nel 2016 prioritari per la Pro Casarsa

22 Gennaio 2016

CASARSA. Il 2016 appena iniziato significa per la Pro Casarsa ancora grandi eventi culturali. Infatti, anche nel corso del nuovo anno, proseguono le iniziative di teatro e cinema. “Siamo soddisfatti della partecipazione a tutti i nostri eventi organizzati lo scorso anno – ha sottolineato Antonio Tesolin, presidente della Pro – visto che oltre a essere soddisfatti per i numeri in sala, sempre positivi, siamo anche contenti di aver portato al pubblico proposte culturali di livello in collaborazione con la città, il suo assessorato alla cultura, i nostri sponsor e le altre associazioni locali. Ci tuffiamo in questo 2016 con nuove energie e grande entusiasmo. Sono davvero tanti gli spettacoli di interesse in agenda nel corso di questo nuovo anno. Alcuni sono dedicati a eventi importanti della storia, come lo spettacolo del 27 gennaio dedicato alla Giornata della Memoria che sarà anche la conclusione di un laboratorio portato avanti dagli studenti della scuola Secondaria di primo grado di Casarsa. Un altro evento che ci tengo a sottolineare è quello dedicato a un momento drammatico per la nostra regione. Lo spettacolo del 14 maggio, infatti, sarà l’occasione per celebrare insieme il 40esimo anniversario del terremoto in Friuli e per non dimenticare quei giorni drammatici per la nostra regione”.

cinemacasarsa2015Dopo il successo degli scorsi mesi, torna quindi la rassegna “Teatro: luogo del pensiero”, che gode del prezioso sostegno della Fondazione Crup, con nuovi appuntamenti da non perdere. Si parte, domenica 24 gennaio con il teatro per famiglie: la compagnia “Impiria” di Verona presenta al Pasolini alle 16 lo spettacolo per bambini “Ahhh” con ingresso gratuito. Mercoledì 27 gennaio alle 21 il citato il saggio conclusivo del laboratorio delle scuole Secondarie di primo grado, dedicato al Giorno della Memoria. Lo spettacolo “Echi di un frammento” per la regia di Norina Benedetti è ad ingresso gratuito: sul palco le testimonianze della Shoah per non dimenticare quanto successo e fare in modo che non accada più, grazie all’impegno dei giovani attori casarsesi. Di nuovo teatro per famiglie, sempre al Pasolini, il 14 febbraio con “Strega o fata? La diversità nell’amicizia” della compagnia triestina de “La Maschera”.

Altro appuntamento da segnare in agenda, domenica 21 febbraio alle 17 sempre al Pasolini, con “Pedrino alla riscossa” della “Compagnia Maranese” (ingresso 5 euro). Sarà poi la volta della leggendaria commedia di Oscar Wilde “L’importanza di chiamarsi Ernest” della Compagnia “Punto e a capo” di Pordenone, in programma domenica 6 marzo alle 17 al teatro comunale casarsese (ingresso 5 euro). Il 3 aprile alle 17 andrà in scena, all’Auditorium della Scuola materna Giacomo Jop di San Giovanni, la commedia “Fin che si scherza” della “Compagnia Tutto Teatro” di Pordenone (ingresso 5 euro). Si prosegue giovedì 28 aprile alle 21 al teatro Pasolini con “Con te partirò – viaggio in treno tra le canzoni dei nostri primi 50 anni”. Lo spettacolo della casarsese “Compagnia teatrale dell’Oca Selvaggia – Band Acustica”, è presentato da “Coro Voci d’Accordo” diretto dalla maestra Ambra Tubello. Il biglietto di ingresso è di 5 euro, ma lo spettacolo sarà anche un’occasione di solidarietà: infatti il ricavato sarà devoluto all’Associazione di volontariato Il Noce di Casarsa. La rassegna Teatro del pensiero si concluderà domenica 14 maggio alle 17 al Teatro Pasolini con lo spettacolo “L’Orcolat” della “Compagnia Ana-thema” di Udine. La pièce teatrale si terrà in occasione del 40esimo anniversario del terremoto in Friuli. L’ingresso è gratuito.

Oltre alla Fondazione Crup e al Comune di Casarsa della Delizia, collaborano e contribuiscono alla rassegna, diretta da Norina Benedetti, anche l’associazione Par San Zuan, la scuola materna Jop di San Giovanni, la Compagnia Estragone di San Vito, l’associazione regionale teatrale Fita Uilt, la Provincia di Pordenone e la Bcc Pordenonese. Gli spettatori potranno anche votare il loro spettacolo e attori preferiti al termine di ogni appuntamento.

Oltre al teatro, è già iniziata anche la stagione di cinema al teatro Pier Paolo Pasolini, con tanti interessanti film in programma e sostenuta da Friulovest Banca insieme al Comune. Al Pasolini arriva anche l’ultimo film di Steven Spielberg “Il ponte delle spie”. La proiezione si terrà giovedì 28 gennaio alle 21. Giovedì 4 febbraio alle 21, è in programma la commedia “Dio esiste e vive a Bruxelles”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!