Tango e folclore in piazza

13 Agosto 2014

PORDENONE. Sarà la storia del tango, attraverso uno dei suoi massimi esponenti, al centro del secondo appuntamento di Parco in Musica (a cura dell’Associazione Cem per l’Estate in Città) sulla terrazza della Galleria d’arte moderna e contemporanea A. Pizzinato, giovedì 14 agosto. Dopo un aperitivo alle 19.30, la serata entrerà nel vivo alle 21 con il concerto del Piazzollando Trio, ensemble composto da Gianni Fassetta alla fisarmonica, Erica Fassetta al violino e Giuseppe Barutti al violoncello.

Foto TrioI tre artisti hanno intrapreso un percorso cameristico stabile parallelamente all’attività solistica e orchestrale. Il trio si è esibito in numerosi concerti e festival a livello nazionale e internazionale, ottenendo ampi e positivi consensi di pubblico e di critica. Nel maggio 1999, nell’ambito del Festival Internazionale di Mirano (Venezia), il trio ha registrato per la televisione giapponese. Al Concorso Internazionale “Amadeus 2000” di Brescia ha ottenuto il primo premio assoluto nella sezione musica da camera. Piazzollando Trio ci porterà in Argentina, per narrare le origini del tanfo fino ad arrivare al suo massimo splendore. In programma i celeberrimi brani di Astor Piazzolla. La Galleria rimarrà aperta eccezionalmente fino alle 23 per consentire a chi lo desidera di visitare la bella mostra dedicata ad Angiolo D’Andrea, per l’occasione a ingresso libero. In caso di maltempo il concerto si svolgerà all’interno della Galleria stessa. Arte e musica nella dolcezza di una notte di mezza estate.

Come da tradizione approda a Pordenone nell’Estate in città (alle 21 in piazza XX Settembre) il Festival Internazionale del Folklore Aviano-Piancavallo. I gruppi partecipanti, provengono da Ungheria, Turchia, Spagna, Croazia, Russia e Italia: tutti paesi (ad eccezione della Spagna che rimase neutrale) coinvolti nella Prima Guerra Mondiale di cui ricorre il centenario. Ciascuno porterà i propri costumi caratteristici, le proprie musiche e le proprie danze in un turbinio di colori e sorrisi, che conquistano sempre un vasto pubblico di ogni età. Il Gruppo Folcloristico Somogy Tancegyuttes Dance Ensemble è considerato uno tra i gruppo di più alto livello in tutta l’Ungheria, di cui racconta la cultura con danze popolari, ma anche con coreografie contemporanee. Il Grupo de Coros y Danzas de la Asociaciòn Provincial Lola Torres è particolarmente impegnato nel recupero di danze e musiche tradizionali della provocai spagnola di Jaén. Il ballo più rappresentativo è il bolero, che viene ballato sia nella capitale che in molti villaggi, Il repertorio include anche balli provenienti da altre province d’Andalusia.

Azov Cossacks-RussiaIl Gruppo Folcloristico Varazdin Folk Dance Ensemble conserva e promuove le tradizioni e le danze popolari attraverso gli strumenti tipici e i costumi originali di tutta la Croazia. Il Gruppo Folcloristico Cossack Ensemble Azov è uno dei migliori gruppi cosacchi della Russia e ha formato diversi ballerini e musicisti di talento. Le danze e i canti proposti sono legati alle tradizioni della zona del Don. Il Gruppo Folcloristico Atasehir Municipality Folk Dance Ensemble propone balli che rispecchiano le caratteristiche tipiche dell’Anatolia, del Mar nero e della regione del Mar Egeo. Particolarmente suggestiva è la danza derviscia. A fare gli onori di casa saranno i Danzerini di Aviano del gruppo Federico Angelica, che quest’anno festeggiano i 90 anni della fondazione, ormai rinomati in tutto il mondo e in prima linea nel difendere radici e tradizioni sempre più minacciate dalla globalizzazione. In caso di pioggia… portare l’ombrello.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!