Serata jazz a Tavagnacco con Elsa & Mr. Whites

28 Luglio 2015

TAVAGNACCO. Dopo il successo del primo appuntamento prosegue la nuova rassegna Jazz a Tavagnacco fortemente voluta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tavagnacco per l’organizzazione della Fondazione Luigi Bon. Il secondo appuntamento, a ingresso libero, si svolgerà giovedì 30 luglio alle 21 sempre nell’Area Binutti, nei pressi della Scuola d’Infanzia di Adegliacco-Cavalicco (via S. Bernardo, 22) e in caso di maltempo nel Teatro Luigi Bon di Colugna (via Patrioti, 29). Protagonisti saranno Elsa & Mr. Whites ovvero Elsa Martin (voce) e Marco Bianchi (chitarra).

verso-duo 2In Italia il periodo che va dagli anni ’20 coincide con la nascita della canzone “commerciale”. L’apparizione dei nuovi mass media (radio e cinema) ne determina la diffusione nelle case, nelle botteghe nelle osterie. Si inizia ad ascoltare una nuova musica, musica fortemente influenzata dalla canzone commerciale degli Stati Uniti, le songs che parlano d’amore, accanto alle canzoni a ritmo di swing. Il duo propone un repertorio che vuole essere omaggio alla canzone italiana a partire da quegli anni. Ballate emozionanti si alterneranno a brani esilaranti: un viaggio fatto di ricordi antichi e più recenti, brani italiani d’autore accanto a song americane. Filo conduttore l’interplay tra i due musicisti e lo spirito improvvisativo che caratterizza il loro linguaggio: musica nuda senza orpelli, viva e cangiante.

Un percorso artistico di alto livello quello di Elsa Martin e Marco Bianchi (duo attivo da molti anni sulla scena nazionale) dove non mancano tappe significative, tra cui la vittoria assoluta del Premio Parodi 2012, premio internazionale dedicato alla world music, del Premio della Critica, e del Premio Miglior Musica e le finali alle Targhe Tenco 2012 (Opera Prima) e al Premio Nazionale Città di Loano 2013. Ricevono la menzione speciale come miglior Interpretazione al Premio Bindi 2013. Si classificano al 2° posto al Biella Festival 2013. Vincono il Premio della Critica al Premio Bianca D’Aponte 2014. Diplomati in musica jazz col massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Klagenfurt, hanno già avuto modo di confrontarsi con personalità di fama nazionale ed internazionale (Rosa Passos, Karen Asatrian, Giò Di Tonno, Valter Sivilotti, Oscar Del Barba, Armando Corsi, U.T Gandhi, Elena Ledda, Kaballà, Elva Lutza…) e di esibirsi in tutta Italia e all’estero in prestigiosi contesti (Festival jazz delle Canarie, l’European Jazz Expo a Cagliari, Sonal’aba, Rebeccu Film Festival, Negro Festival, Folkest, Carniarmonie, Canzoni di Confine, NoteNuove, Festival Jazz di Linz, Trimpanu Festival, Acoustic Guitar Meeting Sarzana, Madame Guitar…) oltre che farsi apprezzare dal grande pubblico come supporter di artisti di fama internazionale come Alice, Al Di Meola, Antonella Ruggiero. Attualmente Marco Bianchi è in scena come chitarrista nello spettacolo teatrale “Father and Son” che vede come protagonista Claudio Bisio. Il tour, iniziato a gennaio 2015, calcherà i palcoscenici più importanti delle città italiane.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!