Serata di tango

10 Febbraio 2012

Tutto esaurito, al “Giovanni da Udine”, per Tango de Buenos Aires, l’attesissimo spettacolo che vede protagonisti il ballerino e coreografo Roberto Herrera, influente punto di riferimento a livello mondiale, e la sua straordinaria Compagnia Argentina, forgiata nelle migliori accademie. Incorniciato da un titolo semplice e diretto, quasi a voler condensare l’essenza di un intero popolo in sole quattro parole, ecco dunque uno degli eventi più applauditi delle ultime stagioni: un vero e proprio viaggio, in equilibrio tra passato e presente, che si sviluppa sulle note del Decarisìmo Quinteto e fonde armonicamente l’irresistibile eleganza seduttiva del tango con tutta la forza del folclore. Scrive il grande ballerino Miguel Ángel Zotto: «Il tango non è maschio, è coppia: cinquanta per cento uomo e cinquanta per cento donna. Nessuna danza popolare raggiunge lo stesso livello di comunicazione tra i corpi: emozione, respirazione, energia, palpitazione. Un circolo virtuoso che consente, poi, l’improvvisazione». Una lezione che Roberto Herrera ha fatto perfettamente propria.

La prima parte di Tango de Buenos Aires ci trasporta, attraverso coreografie e musiche tradizionali, nella Buenos Aires dell’epoca d’oro, dove il tango si respirava nella vita quotidiana. La storia della città viene raccontata attraverso le milonghe e i numerosi personaggi che, nel tempo, le hanno frequentate e rese un’anima pulsante. Nella seconda parte, poi, emerge il folclore argentino, testimonianza di una cultura antica ma sempre presente nella musica e nella danza popolare contemporanea («Noi danziamo la nostra terra»).

Il Decarisìmo Quinteto nasce nel 2002 e, sotto la direzione del noto pianista Ariel Rodriguez, raccoglie alcuni dei musicisti di punta della nuova generazione tanguera. Il nome che hanno scelto per rappresentarli deriva da una partitura di Piazzolla, dedicata al maestro Decaro, e riassume brillantemente la loro visione: «Rinnovare la sostanza della tradizione attraverso uno sguardo attuale sul tango». Oltre ad eseguire i grandi classici come Astor Piazzolla, Osvaldo Pugliese e Julio De Caro, l’ensemble impreziosisce il quadro coreografico con proprie inedite composizioni. Sul palcoscenico del Teatro Nuovo si esibiranno, assieme allo stesso Herrera, nove tra i migliori ballerini di tango: Lorena Goldestein, Johanna Aranda, Nicolas Minoliti, Rocio Leguizamon, German Filipeli, Debora Quiroga, Sergio Bustos, Debora Soto, Hector Salinas.

TANGO & ASADO =====> Per concludere la serata nella giusta atmosfera, da segnalare che, in occasione dello spettacolo, il ristorante argentino “Accademia dell’Asado” di Pradamano, (via I Maggio, n.6 vicino alla Farmacia – ww.accademiadellasadoudine.com – mail: accademia.asado@gmail.com) rimarrà aperto fino alle ore 24.00. Per info e prenotazioni chiamare il n. 0432.1792929. Da segnalare anche che, domenica 12 febbraio e domenica 19 febbraio, la prosciutteria Dok Dall’Ava di Udine (Piazza Bolzano, n.1 ) rimarrà aperta. Per info e prenotazioni tel.0432299455.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!