Sei concerti in Carnia per capire la “musico-sofia”

27 Giugno 2015
La Mozartina

La Mozartina

PAULARO. Si intitola “Una tastiera per i giovani” l’edizione 2015 de I Concerti di San Vito a Paularo, il comune più musicale della Carnia, famoso per il suo patrimonio sonoro raccolto negli scrigni della casa-museo La Mozartina, La Mozartina 2, nella sala concerti ed ex-chiesa San Antonio Abate, nelle chiese della Val d’Incarojo e nel laboratorio di restauro e costruzione di strumenti musicali Fratelli Leita. Un patrimonio inestimabile che ha permesso all’associazione Gli Amici della Mozartina di sigillare anche quest’anno delle fruttuose collaborazioni con altre importanti realtà culturali del territorio carnico, ovvero la Fondazione Museo Carnico “M. Gortani” di Tolmezzo, il Gruppo Promozione Musicale di Paularo e l’Associazione Musicale della Carnia.

Una rassegna diretta dal musicologo Alessio Screm in sinergia con il compositore Giovanni Canciani, il cui intento è la promozione di giovani ed eccellenti musicisti friulani i quali si esibiranno su strumenti musicali storici attraverso una rassegna itinerante nelle varie sedi museali sopra nominate. Un festival di sei appuntamenti che rifugge l’acclamata filosofia dell’evento per avanzare invece nel concetto di “musico-sofia”, offrendo al pubblico la possibilità di comprendere e vivere la filosofia dell’arte musicale attraverso programmi che verranno eseguiti su strumenti storici appartenenti alle varie epoche dei compositori proposti.

Sebastiano Mesaglio

Sebastiano Mesaglio

Il primo appuntamento è sabato 27 giugno alle ore 20.30 nella sala concerti San Antonio Abate a Paularo, con il pianista Sebastiano Mesaglio che tanta fortuna sta ottenendo a Friburgo nella prestigiosa Staatliche Hoeschulefur Musik di Trossingen. In programma la Sonata op 10 n. 3 in re maggiore di Beethoven e la celebre Kreisleriana op. 16 di Schumann. A seguire, sabato 4 luglio, il duo Manuel Šavron alla diatonica e Rok Kleva Ivančić al violino presenterà il suo ultimo prodotto discografico dal titolo “Ragbag”, ispirazioni dai temi popolari della Mitteleuropa. Sabato 11 luglio la famosa pianista e didatta Marcella Crudeli proporrà un recital dedicato a Fryderyk Chopin, sabato 18 luglio Marius Bartoccini sarà interprete di un vario programma, per un viaggio dal barocco al romanticismo alternandosi al clavicembalo, all’organo ed al pianoforte. Sabato 25 luglio Giacomo Miglioranzi metterà a dialogo Chopin e Robert Schumann ed infine giovedì 30 luglio in Piazza Nascimbeni a Paularo, il settetto Voci di Corridoio composto da musicisti della Rai, sarà protagonista di un concerto brioso ed energico basato sulle memorabili canzoni di Lelio Luttazzi, Gorni Kramer, del Quartetto Cetra e del Trio Lescano. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito. Per info: museomozartina@libero.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!