Saranno tre giorni… da paura

1 Ottobre 2014

GRADO. Tre giorni punteggiati da numerosi appuntamenti, tra letture, incontri con gli autori, ospiti d’eccezione, mostre e spettacoli, cene con delitto e laboratori, trasformeranno questa rinomata località dell’Alto Adriatico nella capitale di uno fra i generi letterari più amati. Dopo il successo della passata edizione, dedicata ai “Misteri e media”, tra trame oscure, vicende inquietanti e scandali, quest’anno “Grado Giallo” metterà al centro gli scrittori, i giornalisti, gli storici, ma anche psicologi e magistrati, per indagare l’articolato e complesso rapporto tra il sentimento della paura e i generi del mistero.

Auditorium_Biagio_MarinSi comincia venerdì alle 9.30 al Cinema Cristallo, con lo scrittore Roberto Piumini, che incontrerà i bambini delle scuole primarie per parlare de La paura nelle fiabe. Nell’auditorium Biagio Marin, alle 17, la cerimonia di apertura del Festival con gli interventi delle autorità, “capitanate” dal sindaco di Grado Edoardo Maricchio, e l’introduzione del curatore scientifico Elvio Guagnini. A seguire, alle 17.30, l’incontro dedicato al tema “Scrivere la paura”, con la prima tornata di scrittori: Alberto Custerlina, che parlerà de “La paura, una porta per il lato oscuro”, Paolo Maurensig su “Chi ha paura del lupo mannaro?” e, infine, Valerio Varesi sul tema “La paura di ciò che ci sfugge”. Alla fine della conversazione sarà presentato il recentissimo libro di Valerio Varesi “Le avventure del commissario Soneri. La strategia della lucertola” (Frassinelli, 2014). Si alzerà il sipario anche sullo “Speciale bambini e ragazzi”: alle 17, nella Biblioteca civica di via Leonardo da Vinci, è in programma “Giochiamo con le carte del mistero”, a cura di Atuttotondo. Alle 20 nel Ristorante Alto Gradimento, al 7° piano Hotel Fonzari – piazza Biagio Marin, prima “Cena con delitto” (prenotazioni tel. 388 94 18 882).

In serata, trasferta del festival al Kinemax di Monfalcone, per l’iniziativa “Kinemax sposa Grado Giallo”. Riflettori puntati sull’atteso incontro (ore 21) dedicato a “La paura del cinema”, con Mario de Luyk. In programma la proiezione del film “Anime nere” (2014), vincitore del Premio Qualità al Festival internazionale del Cinema di Venezia, regia di Francesco Munzi, interpreti Marco Leonardi, Peppino Mazzotta, Fabrizio Ferracane, Anna Ferruzzo, Barbora Bobulova. Interverrà Marco Leonardi, attore molto noto grazie al film, premiato con l’Oscar, “Nuovo Cinema Paradiso” (1988) di Giuseppe Tornatore e, successivamente, per la pellicola messicana “Come l’acqua per il cioccolato” (1992) di Alfonso Arau. La serata (aperta a tutti) è realizzata in collaborazione con il direttore di Transmedia spa Giuseppe Longo (direttore dei Kinemax di Gorizia e Monfalcone). Per quanti lo desiderano sarà messo a disposizione un pullman (fino a completamento posti disponibili), con partenza alle ore 20.30 da Grado, piazza XXVI Maggio (Hotel Alla città di Trieste).

Il Comitato scientifico di Grado Giallo è coordinato da Elvio Guagnini, docente di Letteratura italiana all’Università di Trieste e tra le ‘anime’ della manifestazione, ed è composto da Franco Forte, direttore editoriale delle collane Mondadori diffuse nelle edicole, e Flavia Moimas, responsabile del Servizio Cultura del Comune di Grado. Nel frattempo, la giuria ha selezionato la rosa dei cinque finalisti tra i racconti inediti che hanno partecipato alla III edizione del Premio letterario Grado Giallo: tra questi sarà scelto il vincitore la cui opera verrà pubblicata nella collana italiana più famosa, Gialli Mondadori, in contemporanea con “Le immagini rubate” di Manuela Costantini, racconto vincitore del prestigioso Premio Tedeschi. In calendario anche la Mostra-mercato del libro Giallo al Cinema Cristallo, da venerdì 3 a domenica 5, dalle 9.30 alle 19, a cura della LEG-Libreria Editrice Goriziana.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!