Risorgimento in musica

15 Marzo 2014

UDINE. Il Conservatorio di Udine renderà omaggio lunedì prossimo, 17 marzo alle 18 nella sala ex udienze, alla giornata che ricorda la costituzione dello Stato italiano, avvenuta il 17 marzo 1861 grazie a una legge che sancì, a seguito di due plebisciti, la trasformazione del Regno di Sardegna in Regno d’Italia. A sottolineare la particolare solennità dell’evento saranno presenti il prof. Beppino Delle Vedove all’organo Mascioni-Zanin e il Coro del Conservatorio di Udine, diretto dai proff. Andrea Chini e Antonio Piani.

Di particolare interesse l’esecuzione della composizione per organo di Felice Moretti, più noto come padre Davide da Bergamo, Le sanguinose giornate di Marzo ossia la rivoluzione di Milano, ispirata ai fatti del 1848 con peculiarità nella concezione formale e ricchezza di dettagli descrittivi uniche nell’ambito della musica strumentale italiana dell’Ottocento. Il concerto inizierà con una breve prolusione dedicata dal docente di storia della musica David Giovanni Leonardi alla musica nel Risorgimento e terminerà con i grandi cori verdiani «Va, pensiero» da Nabucco e «O Signore, dal tetto natìo» da I Lombardi alla prima crociata e, infine, con la versione integrale de Il Canto degli Italiani – Inno Nazionale, di Goffredo Mameli e Michele Novaro.

Condividi questo articolo!