Riflessioni sulla vita

30 Giugno 2014
Il mondo fino in fondo

Il mondo fino in fondo

TRIESTE. L’International ShorTS Film Festival propone lunedì 30 giugno un programma introspettivo con la proiezione di due opere prime in concorso in cui i protagonisti sono portati a riflettere sulla loro vita: “Nottetempo” di Francesco Prisco con Nina Torresi, Gianfelice Imparato e Giorgio Pasotti e “Il mondo fino in fondo”, di Alessandro Lunardelli con Luca Marinelli, Filippo Scicchitano e Barbora Bobulova.

Il primo lungometraggio della sezione “Nuove Impronte” – che sarà proiettato al Teatro Miela alle 21 dopo il film omaggio a Francesca Neri “Io amo Andrea” di Francesco Nuti preceduto alle 19, dal “Rewind” “L’uomo del sottosuolo” di Claudio Giovannesi – narra di come un incidente sarà l’inizio di una storia che unirà le vite di tre persone: dalla notte si parte e alla notte si ritorna. Un movimento circolare di inquietudine che si completa in quello che potrebbe essere un “viaggio al contrario” del protagonista, un ritorno al proprio passato, alla ricerca di una vita da recuperare. Il secondo, invece, è un film che mette in luce il rapporto tra due fratelli figli di un industriale del Nord Italia durante un viaggio in Spagna per seguire una trasferta dell’Inter, che risulterà per uno dei protagonisti in una scoperta sul fratello che non aveva mai sospettato.

Nottetempo

Nottetempo

Per la sezione “Maremetraggio”, in Piazza Verdi dalle 23, sei cortometraggi – presentati dall’attrice Zita Fusco – questa volta provenienti da Inghilterra, Polonia, Romania, Emirati Arabi, Israele e l’italiano “Pollicino” di Cristiano Anania.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!