Ricordando Pizzinato

27 Novembre 2012

Dragamine e faro. 1947

PORDENONE. Poco più di cent’anni fa nasceva Armando Pizzinato, uno dei maggiori protagonisti dell’arte del Novecento in Italia e in Europa. Al suo nome è intitolata la nuova Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Pordenone. L’Amministrazione Comunale con la collaborazione dell’Archivio Pizzinato di Venezia dedicherà all’artista, pordenonese di formazione, un’ampia retrospettiva dal titolo “Armando Pizzinato (1910 – 2004). Nel segno dell’uomo”, a cura di Casimiro Di Crescenzo. In contemporanea la Galleria Sagittaria del Centro Culturale Casa A. Zanussi proporrà una ulteriore importante mostra intitolata “Armando Pizzinato. Il contesto pordenonese (1925 – 1940)”, a cura di Giancarlo Pauletto. Intorno a queste due fondamentali mostre che avranno luogo dal 9 febbraio al 9 giugno, il Comune di Pordenone e il Centro Iniziative Culturali Pordenone hanno messo a punto un ampio programma di iniziative collaterali e di approfondimento: incontri con critici e artisti, testimonianze, visite guidate, letture e proiezioni, per riscoprire Pizzinato artista e uomo e per approfondire decenni davvero fondamentali della storia dell’arte italiana del Novecento.

Autoritratto. 1932

Giovedì 29 novembre, nella Galleria d’arte Moderna e Contemporanea, alle 17.30, la mostra verrà presentata ufficialmente al pubblico e per l’occasione saranno esposte in anteprima alcune opere di Armando Pizzinato, provenienti dal patrimonio del Fondo Pizzinato dei Civici Musei di Pordenone. Alla presentazione interverranno il Sindaco Claudio Pedrotti, l’Assessore alla Cultura Claudio Cattaruzza, il Presidente del Cicp Maria Francesca Vassallo e i curatori delle due sezioni. Sarà presente anche Patrizia Pizzinato, figlia dell’artista.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!