Ricordando Edith Piaf

23 Giugno 2015

Nathalie Mentha in Edith PiafUDINE. Mercoledì 24 giugno (ore 21) la Civica accademia d’arte drammatica Nico Pepe, nell’ambito del suo articolato programma estivo, propone lo spettacolo “I primi cento anni di Edith Piaf” interpretato da Nathalie Mentha con la regia di Pino Di Buduo del Teatro Potlach. Lo spettacolo è un viaggio musicale nella vita e nelle canzoni di Edith Piaf, mentre scorre la storia dagli anni ’30 ai ’50. Ricordando una delle più grandi cantanti francesi si celebrano anche momenti di vita al femminile, dove la musica e la poesia gettano ponti fra storie d’amore, passioni e sogni. Con le sue canzoni Edith Piaf ha raccontato storie di vite nate nell’ambiente della malavita francese, storie di donne innamorate, storie di passioni, di sogni, di ricordi. I testi e la musica raccontano un’epoca, il 1939, un momento storico di grande fermento in tutta l’Europa. E’ l’epoca delle poesie di Jacques Prévert, delle fotografie di Cartier-Bresson, dei racconti teatrali di Jean Cocteau, dell’arrivo della Seconda Guerra Mondiale che decima tante famiglie, delle musiche dei film di Charlie Chaplin, delle immagini e dei personaggi del film “Roma Città Aperta” di De Sica, della Resistenza francese, della lotta per la vita, per l’amore. Il tema dello spettacolo, l’anima che lega le storie, e forse ancora di più l’anima di Edith Piaf sembra essere: “non smettere di credere mai nell’amore qualsiasi cosa succeda”.

Lo spettacolo andrà in scena nella sede dell’Accademia, in largo Ospedale vecchio 10/2 a Udine.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!