Riapre il Cinecity a Lignano

2 Agosto 2015

LIGNANO. Dopo molti anni di inattività, riapre finalmente il Cinecity di Lignano Sabbiadoro grazie all’unione tra CEC di Udine e Cinemazero di Pordenone! L’attesa Opening Night è programmata per lunedì 3 agosto: a partire dalle 21, dopo il taglio del nastro e il discorso di benvenuto (parleranno, tra gli altri, il Sindaco, Luca Fanotto, e l’Assessore regionale alla cultura, Gianni Torrenti), verranno proiettati il corto Lignano (dall’archivio della Cineteca del Friuli) e Seven Chances, prezioso gioiello di Buster Keaton con l’accompagnamento live della Zerorchestra. L’ingresso è libero, fino all’esaurimento dei posti disponibili.

cinecity lignanoIl Cinecity è una struttura polifunzionale completamente rinnovata, adatta a ospitare una ricca offerta culturale che comprende film, concerti e spettacoli teatrali. La sua vera sfida sarà quella d’incrementare la già ampia offerta della città e, allo stesso tempo, tornare a essere uno spazio di aggregazione per la comunità lignanese, in grado di coprire anche il periodo invernale. La grande sala, che dopo la ristrutturazione appena completata può contare su ben 600 posti a sedere e sui più moderni impianti di proiezione digitale, può infatti ospitare anche convegni (è dotata di cabine per la traduzione simultanea e di uno spazio mostre) e altri eventi, e non sarà aperta solo durante l’estate ma durante tutto l’anno.

Su queste basi si fonda la proposta che vedrà passare sullo schermo, nei prossimi giorni, i più grandi successi della stagione, dagli stupefacenti dinosauri di Jurassic World agli adrenalinici motori di Fast & Furious 7 e Mad Max: Fury Road, passando per l’umorismo cinico di Ted 2, la seduzione di 50 sfumature di grigio e le mirabolanti avventure degli Avengers. Non mancherà il cinema d’autore, con il glorioso tridente Sorrentino-Garrone-Moretti, e non mancherà la commedia made in Italy, con Noi e la Giulia, Si accettano miracoli e Se Dio vuole. Naturalmente, spazio alle famiglie con lo strabiliante Big Hero 6 targato Disney, la nuova fastosa Cenerentola o lo stravagante Spongebob – Fuori dall’acqua, e spazio anche ai brividi con i migliori horror estivi, ogni martedì, a cominciare dalla rivelazione australiana Babadook. Da non dimenticare, infine, gli appuntamenti con i film in lingua originale per aprire le porte anche ai turisti stranieri e ai cultori del cinema… “senza sofisticazioni”.

Ricordiamo che l’Opening Night, che si chiuderà con un brindisi ufficiale, vedrà anche inaugurare la mostra fotografica di Pierluigi Praturlon, poi visitabile nei giorni seguenti. La mostra di fotografie – conservate nell’Archivio Fotografico Cinemazero Images – trasporterà il pubblico nei magici anni della Hollywood sul Tevere degli anni ’50, che l’autore seppe come nessun altro immortalare. Moltissimi i set da lui frequentati nel corso di quarant’anni di carriera, diversi i registi con i quali aveva stretto rapporti, tante le attrici che pretendevano il suo sguardo, e non solo sul set. Profondo conoscitore del mondo cinematografico romano, Pierluigi fu amico di tutte le dive presenti all’epoca nella capitale, come Kim Novak o Audrey Hepburn. Fellini, parlando de “La dolce vita”, disse: «Se dovessi trovare un precedente stampato a questo mio film, sarebbe stampato in rotocalco». E infatti fu alle foto di Pierluigi che si ispirò, è anche con lui che parlò per raccogliere materiale. Così lui gli raccontò, tra le altre cose, di una sera in cui Anita Ekberg, dopo aver ballato tutta la notte, si rinfrescò i piedi nella Fontana di Trevi, immergendovisi fino alle ginocchia…

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!